Per chi arriva in treno questo non è un bel biglietto da visita

Mediagallery

Una palina ormai smontata e transennata da mesi su di un marciapiede praticamente inesistente e dall’altro lato una pensilina ormai fatiscente; questo è il biglietto da visita della nostra città per chi arriva in treno.

Massimo Giusti

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Baccello

    Diciamo che è l’assaggino di come si presenta tutta la città, così non si fanno grandi pretese.

  2. # Leonardo

    Fosse solo quello… Bagni sporchi, Sale d’aspetto inesistenti (d’estate le comitive di turisti stranieri con auto al seguito sono costrette ad accamparsi all’aperto, sedute per terra!) , continuamente importunati da barboni e zingare, con la polizia clamorosamente assente. Segnaletica inesistente (dove sono i bagni, dov’è la biglietteria???) Porticine che non fanno passare i turisti, ma i piccioni sì… Quando piove, piove anche sotto le tettoie… Il parcheggio dei motorini deposito di materassi e rifiuti, in mezzo ad erbacce e buche. Non c’è deposito bagagli, né un Diurno, né una farmacia… Auto parcheggiate proprio davanti all’ingresso sul marciapiede. Colpa dell’Amministrazione comunale? Forse, ma anche Centostazioni non scherza come menefreghismo.

  3. # max

    Sono perfettamente d’accordo con te ed aggiungo anche che è vergognoso che Centostazioni non abbia neanche sostituito gli indicatori orari dei treni, lasciando quegli meccanici come negli anni ’70 mentre anche ad Empoli (con tutto il rispetto) ci sono i display luminosi; secondo me si tratta di una vera e propria DISCRIMINAZIONE verso la nostra città e qui dovrebbe fare la voce grossa chi di dovere!!!!

I commenti sono chiusi.