Pd: Epifani chieda con forza le dimissioni di Calderoli. Presto la Kyenge a Livorno

Le dichiarazioni razziste del senatore Calderoli nei confronti del ministro dell’integrazione Cecile Kyenge rappresentano il punto più basso di una campagna di aggressioni che la ministra ha ricevuto dalla Lega fin dal momento del suo insediamento. Contrariamente alla maggioranza degli italiani, dobbiamo prendere atto che ancora oggi in Italia esiste un partito animato da un livore razzista che non riesce a riconoscere né la legittimità di un ministro della Repubblica nero, per usare le parole della stessa Kyenge, né dei cinque milioni di immigrati che vivono e lavorano onestamente nel nostro Paese, né dei loro figli nati e cresciuti in italia. L’aggressione di Calderoli non può e non deve essere derubricata a battuta infelice, a contenzioso personale tra lui e la ministra perché la questione è politica e riguarda tutti. Calderoli è vice presidente del Senato e un rappresentante delle istituzioni in nessuna parte del mondo si può rifugiare dietro le logiche del comizio politico per legittimare nella pubblica opinione una dichiarazione di tipo razzista. Esiste un problema di rappresentanza politica che non può essere eluso. La gravità del caso è già stata ampiamente sottolineata dallo sdegno espresso da tutte le massime cariche istituzionali, però noi democratici non possiamo accontentarci delle scuse di circostanza di Calderoli ma dobbiamo pretendere le sue dimissioni. Non vogliamo un razzista in una carica pubblica così importante che con la sua volgarità compromette il buon nome della stessa istituzione del Senato e contribuisce di fatto, come ha ricordato il presidente Napolitano, all’imbarbarimento della vita civile del Paese. Nell’esprimere piena solidarietà all’amica Cecile, che presto ci onorerà di una sua visita a Livorno, chiediamo a Guglielmo Epifani e a tutti i democratici e le democratiche di chiedere con forza le dimissioni di Calderoli, perché un grande Paese europeo come l’Italia non può permettersi di transigere sul rispetto dell’altro, che rappresenta il principio fondante di ogni democrazia.

Marco Tinti – Resp. Forum Immigrazione PD Livorno

 

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # roberto casarelli

    scusa Marco,ma tu di che Partito sei?
    Non riesco a capire.
    Letta è nel PD o della Lega?
    Scusa l’ironia,non volevo fare polemica sciocca,condivido quanto tu scrivi,ma ti vedo presto epurato.

  2. # bruno tamburini

    Ipocrisia ai massimi livelli. Calderoli ha sbagliato ed ha sbagliato in modo grossolano, ma dove eri tu quando le stesse pesanti offese venivano rivolte dai tuoi compagni a Berlusconi od alla Carfagna.Gia’ , ma loro sono di destra e soprattutto bianchi. Ci vorrebbe Toto

  3. # Sia obbiettivo

    Calderoli ha sbagliato e su questo non ci piove.
    La domanda è questa: cosa occorre per lavare l’onta? Due dozzine di frustate sono sufficienti o serve un duello all’ultimo sangue?
    Sia obbiettivo, caro Marco Tinti e cerchi di trovare, se gli riesce, qualcuno del PD che abbia anche solo una volta chiesto scusa a quelli della destra, derisi, sbeffeggiati e offesi più del Ministro Kyenge.

  4. # giuliana dei

    Sig. Tamburini, forse non è solo ipocrisia. Lei che è un politico di razza sa bene che fintanto permane il caso Calderoli-Kyenge, tutto passa in secondo piano.
    E’ un modo di cavalcare l’onda per una parte della politica molto comodo; se non avesse sbagliato di brutto, ci sarebbe da “ringraziare” il vice presidente del Senato.
    Con il suo infelice paragone, ha distolto l’interesse generale da ben più importanti questioni.

  5. # bruno tamburini

    eheh non hai torto, Calderoli e’ un bischero e’ non e’ la prima volta che ricorre a questo tipo di provocazione ed io al posto suo avrei gia’ tolto il disturbo, ma l’ipocrisia dei compagni ti assicuro , mi da un senso di repulsione fortissimo.Hanno sempre offeso tutto e tutti ed ora fanno finta di scandalizzarsi. Sono dei cialtroncelli senza pudore

  6. # Siamo obbiettivi

    A tutti, di Destra e di Sinistra: Calderoli ha sbagliato parecchio ma a dirla tutta questa storia vi ha fatto veramente comodo. Calderoli che ha ringalluzzito una Lega ai minimi storici; il PD, col solito buonismo all’amatriciana, dov’era quando Calderoli con le sue magliette anti Islam ha fatto fare 11 morti? O quando portava i maiali a passeggio sul terreno della moschea? L’offesa in questione è brutta ma non più grave di 11 morti, vorrei supporre, o forse Tinti pensa di sì. La Destra se ne avvale perché l’alleato esterno (Lega) ne esce rafforzato e si parla meno dei casini dell’ Alfanistan cioè di Berlusconi. Tutti e due i partiti perché sono al governo da un po’ e non hanno fatto un tubo, e stanno lì a raccontarci che faranno prima o poi. Ma dimettetevi tutti dalla politica, fateci il piacere. Ma tutti.

  7. # Sia obbiettivo

    Dire che Calderoli ha fatto fare 11 morti mi sembra un’offesa alla tua intelligenza.
    Non credo che sia colpa sua, anche se di colpe ne ha tante, se degli estremisti invasati uccidono perchè per loro la vita umana vale meno di zero.
    Del resto, quanti cristiani sono stati trucidati da estremisti islamici?
    Puoi dare la colpa ai sacerdoti che diffondono la nostra dottrina?
    Riflettici.

  8. # Siamo obbiettivi

    Ok, ok. Non tiriamo in ballo i cristiani perseguitati…potrei mai darti torto? Il nesso di causalità è decisamente indiretto ma penso tu abbia capito ciò che intendevo: quando la provocazione delle magliette ha avuto le conseguenze che sappiamo, non c’è stata una levata di scudi così gigantesca come nel caso dell’offesa a Kyenge. Non è un po’ sproporzionato? Non è che magari si cercherà di capitalizzare l’episodio per raffazzonare qualche norma frettolosa sullo Ius soli? Non mi spaventa uno ius soli alla francese ma uno all’italiana, scritto in fretta e furia e magari infilato in qalche maxiemendamento. In effetti anche la stessa Kyenge, per quanto capace e brava, è stata messa dov’è perché persona di colore. Una mossa di grande intelligenza politica di Letta, c’è poco da fare.

  9. # Sia obbiettivo

    Bravo, mi è piaciuta la tua analisi della situazione e la condivido.
    Solo su un punto non mi trovi d’accordo: la capacità e bravura (?) della Kyenge è ancora tutta da dimostrare.

  10. # La Formica (@SergbarsSergio)

    Caro Tamburini,avresti ragione se quel che tu affermi fosse stato affermato da una figura Istituzionale;ma così non è ,quindi,ciccia,come si dice.
    Quanto poi a proposito di chi difendi(il Calderoli) è anche il tipo che sputa nel piatto che mangia,e come mangia e noi paghiamo e lui per compenso ci dice,come pensi tu, ROMA LADRONA ! Allora si dimetta e basta, ( a proposito,fallo anche tu il bel gesto )

I commenti sono chiusi.