"Ospedale, io ho trovato grande professionalità. Basta lamentele, non siamo in un negozio". Raccontaci la tua esperienza

Mediagallery

Buongiorno, con la presente vorrei narrare due episodi, purtroppo da me vissuti entrambi, avvenuti al pronto soccorso di Livorno. Il primo è avvenuto nell’agosto del 2012.
In quell’occasione portai, con l’ambulanza, mio padre di 78 anni in una grave situazione di disidratazione. In poche ore furono fatte tutte le dovute analisi, mio padre fu “preso per i capelli” (sottolineo che soffriva di diverse patologie) e mi fu, purtroppo, comunicato pure che avevano trovato un male incurabile in stato molto avanzato. Il primario teene mio padre ricoverato presso il pronto soccorso, ben 8 giorni, in modo tale da permettere un rientro a casa, dove dopo pochi giorni è purtroppo spirato. Tutto lo staff mostrò una competenza, professionalità e sopratutto umanità degna di encomio. Mi promisi di scrivere sia alla direzione ospedaliera sia a voi, ma poi, capirete, seguirono giorni un po’ concitati. Il secondo episodio invece riguarda me stesso. La scorsa settimana ho avuto un infortunio abbastanza serio all’occhio.
Mi sono recato con mezzi propri presso la struttura, ed in breve posso dire: arrivato alle ore 09.15, alle ore 10.30 mi avevano visitato due oculisti, fatto ecografia al globo oculare, e TAC alla zona cranica interessata. Di nuovo ho trovato una estrema professionalità degna di nota. Forse noi livornesi dovremmo in primis smettere di andare al pronto soccorso per le “bischerate” che non fanno altro che intasare la struttura, poi dovremmo capire che l’ospedale e fattispecie il pronto soccorso, non è il banco dei salumi dove chi prima arriva prima è servito, bensì viene “servito” prima chi ha una priorità maggiore in base alla gravità del problema. Infine, ma non ultimo, lamentarsi perché un medico “ci sta troppo” a visitare un paziente, la vedo come una bestialità enorme. Grazie per la cortese attenzione e soprattutto grazie a tutto lo staff del pronto soccorso di Livorno, di cuore, davvero. (va da sé che vedo il progetto del nuovo ospedale come un inutile spreco di risorse).
Walter Paoli

Riproduzione riservata ©

48 commenti

 
  1. # La Qultura con la Q maiuscola

    “Forse noi livornesi dovremmo in primis smettere di andare al pronto soccorso per le “bischerate” che non fanno altro che intasare la struttura, poi dovremmo capire che l’ospedale e fattispecie il pronto soccorso, non è il banco dei salumi dove chi prima arriva prima è servito, bensì viene “servito” prima chi ha una priorità maggiore in base alla gravità del problema.”

    Sarebbe da incidere all’ingresso del pronto soccorso. Bravo!

  2. # Carlo

    Forse noi livornesi dovremmo in primis smettere di andare al pronto soccorso per le “bischerate”
    Ecco il nocciolo della questione, che il signor Paoli azzecca particolarmente bene. Per molti livornesi non esiste il medico curante,non ci sono specialisti, dentisti, laboratori analisi o gabinetti radiologici, nulla di nulla, al minimo disturbo, che sia toccatina di medusa, pinzo di zanzara infettato o contusione da gabbionata, che sia mattina o notte fonda, si precipitano al Pronto Soccorso, spesso arrabbiati e prevenuti con il film nella mente di essere visitati subito, nel tempo di uno schiocco di dita fatto esami diagnostici e radiografie, diagnosi e terapia risolutiva, sul momento. Il tutto ovviamente gratis, con personale accogliente efficiente e perché no anche spiritoso. Se tutto non va secondo questa sceneggiatura, apriti cielo…Condoglianze per suo padre signor Walter e complimenti per la sua sagacia e buon senso.

  3. # DANIELA

    Bah … C’è da dire che per gli occhi, per le orecchie , per la dermatologia, eccetera ti fanno un foglio loro e vai nel reparto apposta per la patologia , quindi si fa abbastanza presto. Per quanto riguarda altro ci sono stata pure 12 ore e poi presa per i capelli d’urgenza in sala operatoria . Quindi si c’è esperienze positive ma anche negative . Dipende da noi , da chi trovi , e da quanto tutti siamo innervositi certamente non tutti sono così sia medici che infermieri io ho trovato pure infermieri e medici di elevata bravura cortesia e disponibilità .

  4. # antonio

    Concordo pienamente con quanto scritto dal Sig. Walter, è una vita che dico esattamente quanto è stato detto, per cui non ripeto. La mia esperienza è abbastanza “fresca” in quanto i primi di maggio di questo anno ho accusato un terribile dolore alla zona addominale che ha costretto mia moglie a portarmi d’urgenza all’ospedale. Arrivati all’ospedale c’erano tantissime persone, ma appena arrivato, probabilmente l’esperienza è tale che hanno capito la gravità, mi hanno fatto passare immediatamente, nell’arco di 2 ore avevo già fatto una TAC , una radiografia,tutti prelievi anche arteriosi, fatto un “buco” sul collo per l’immissione dei farmaci mi avevano messo le cannule nel naso e fatto la diagnosi, il tutto con la massima cortesia e competenza. Quelli che si lamentano probabilmente ( forse a volte sbagliando, ma errare è umano) sono quelli che dovrebbero andare dal proprio medico o in farmacia senza intralciare il lavoro di questi stupendi medici che ogni giorno salvano vite umane. saluti

  5. # Corrado Cortopassi

    Ho scoperto da due giorni di essere diabetico e nella delusione, ho avuto la sensazione essere entrato in una grande e accogliente famigia , qual è il reparto di diabetologia di livorno..

  6. # luca guido montarese

    sono stato operato il 24 giugno 2013, reciso il tendine di Achille, ho trovato buona professionalità in reparto di ortopedia ottima accoglienza in sala operatoria sto facendo fisioterapia riabilitativa al 3 padiglione trovo professionalità, competenza, umanità. Sarò stato fortunato ma non credo di essere una mosca bianca, tra le altre cose sono arrivato al pronto soccorso alle 7 del mattino e alle 17 mi avevano già operato e rientravo al reparto di partenza.

  7. # adriana

    …anche noi ci siamo trovati molto bene…mio padre non fa che dirmi di scrivere quante attenzioni gli hanno dato al 5° padiglione, in occasione del suo ultimo malanno al cuore…persone disponibili, attente e pazienti…probabilmente è anche un dare avere…ma di certo hanno avuto cura di babbo…

  8. # AndreaD

    Ma vi ricordate quando misero il ticket per i codici bianchi? All’improvviso il PS si svuotò, tutti i livornesi stavano meglio.. a qualunque ora ci andavi era vuoto!! Miracoli della scienza!!!

  9. # DANIELA

    Ma siamo coerenti con ciò che scriviamo, grazie tante quando si risolve tutto bene per fortuna si fa bene e presto a fare elogi quando va male si fa lo stesso si critica tutto e tutti quindi tutto sta nel azzeccare di fare approfondimenti oppure prenderla con superficialità in modo che uno ci debba tornare 10 volte . Allora scocciati ti fanno esami e ti esce fuori ciò che prima e’ stato sottovalutato. Ma chi va al pronto soccorso a passare tempo? Ma per favore ! C’è personale e personale come paziente e paziente o via!

  10. # anto

    è stato operato a fine giugno e sta già facendo riabilitazione al 3° mi può spiegare come ha fatto?

  11. # fabrizione

    Purtroppo spesso nella vita tendiamo a generalizzare le cose, nello specifico ritengo che ci siano situazioni, momenti e anche persone che si comportano in maniera diversa , non tutti siamo eguali in niente, se hai fortuna trovi l’0operatore capace e disponibile, se sei sfortunato poi trovare il meno capace o meno disponibile lo so che dovrebbero essere tutti al 100% , ma non è così.

  12. # Teseo

    Posso dare una testimonanza? Mia madre di 91 anni caduta con ferita lacerocontusa alla testa, sanguinante, è arrivata al pronto soccorso in ambulanza alle 20.30 ed è stata medicata alle 0.30. Era allo stremo della sopportazione. Si, bisognerebbe che il pronto soccorso fosse meno frequentato, ma l’intasamento non lo creano i livornesi… Non so se si può dire, ma i non-livornesi (capite a chi mi riferisco) ci vanno per un nonnulla e sono anche pretenziosi.

  13. # Vale

    …io al pronto soccorso anni fa ci ho fatto per diverso mesi l’allievo infermiere;
    vi posso garantire che se oltre alle “bischerate” ci si togliessero anche tutte le persone che fanno “finta” di star male per “sgamare” analisi/ecg ecc…SUBITO & GRATIS..L’affluenza calerebbe almeno del 30-40%…
    Vero che a volte servono mesi per prenotare un’analisi specilistica…io dovevo fare una risonanza entro fine agosto, prenotando a febbraio il primo appuntamento libero sarebbe stato a DICEMBRE a Cecina…ma questa è un’altra storia…e non è colpa del Pronto Soccorso

  14. # AlexVer

    Bravo, fanno sempre piacere queste testimonianze. A Livorno siamo fatti cosi, ci piace dire che non va mai bene nulla e gli altri fanno sempre tutto meglio ma spesso non è cosi. Condivido anche il pensiero sul pronto soccorso, non si può intasare per ogni “bischerata”.

  15. # La Qultura con la Q maiuscola

    “miracoli”!!! 😀

  16. # livornese

    non c’è nessun reparto che funzioni come si deve, soprattutto il pronto soccorso dove purtroppo è un caos totale. la nostra grande fortuna è di avere a 15 km l’ospedale di cisanello, uno dei più all’avanguardia d’Europa pertanto dovremmo sfruttare al massimo questa grande occasione.

  17. # donatella

    ho passato due lunghe giornate al ps di Livorno ,mia madre non stava bene ed ho verificato il susseguirsi del lavoro frenetico degli operatori, tutti,ero preoccupata,come tutti quelli presenti con me ognuno con il proprio dispiacere alla fine ho ringraziato la dott.sa per il suo lavoro non facile..Non posso dimenticare la sera di 6 anni fa’ al ps in attesa di notizie ,non mi rendevo conto del tempo ,le lacrime della dott.sa che mi
    rincuoravano ed io che potevo abbracciare chi amavo

  18. # guga

    purtroppo penso che un po’ tutti chi con situazioni più gravi chi meno hanno avuto modo di andare al PS di Livorno.
    Ci sono delle situazioni da “commedia all’italiana” medici e infermieri si trovano a gestire cose incredibili,può capitare che la pazienza venga a mancare dopo ore di turni chi non sclererebbe. Giustamente si dice che è una missione il medico e l’infermiere dovrebbe capire…sono anche loro esseri umani o no?

  19. # caterina

    per me dire che in ospedale sono tutti scortesi e incapaci è come dire che tutti i commercianti di scarpe sono brutti e antipatici ma quelli che vendono calzini sono tutti onesti e buoni.
    Chi lavora in ospedale è un essere umano,e puoi incontrare il dipendente incapace, quello iper disponibile, ma anche quello in gamba ma in un giorno storto… penso sia una questione di fortuna.
    Tornando all’articolo del mancato intervento, mi domando: avreste preferito essere operati da un medico stanco, che magari stava operando da 12 ore?
    Io no!

  20. # Responsabile Qualità ISO

    A me mi sembra assurdo tutto questo, proprio perchè non siete un negozio dovreste sapere, se leggete il vostro manuale qualità ISO lo dirà di sicuro, che siete un impresa con tolleranza di rischio 0 e quindi ogni elemento che non porta a questo deve essere sostituito perchè i vostri clienti sono essere umani e avete lo 0,00 % di possibilità di sbagliare o di situazioni di non conformità. Altrimenti l’azienda non è conforme !!!
    Gli indicatori di processo di una USL devono essere sempre all 100% altrimenti il processo deve assolutamente migliorare sempre .
    E’ ben gradita la soddisfazione cliente, ma mai tollerata l’insoddisfazione, e siccome sapete bene, che c’è tra il personale chi fa i camerini, non vi potete permettere di non accettare lamentele, ma dove bensì lavorare per il miglioramento continuo, controllando giornalmente che ogni responsabile di funzione consegua i propri obbiettivi, senza che nulla vada mai fuori programmazione !!!

  21. # marty

    Ero presente alla lite è stata una cosa vergognosa anche se avevano ragione si sono fatti torto non si offendono cosi operatori sanitari

  22. # Paddy

    Questo andrebbe messo al primo posto nella vostra homepage!!!

  23. # Beato TE

    Beato te che hai trovato professionalità…
    mio padre si recò al pronto soccorso per una clavicola rotta senza traumi (cosa che avrebbe dovuto metterli in allarme) è stata fatta una lastra messo un tutore e mandato a casa. Tornato dopo pochi giorni per forti dolori è stato liquidato dicendo che era fi’oso. Allarmati PRIVATAMENTE abbiamo dovuto fare una tac per scoprire che era un tumore! Questo è il pronto soccorso che conosco io!

  24. # Alice

    Io mi sono trovata sempre male al ps, scortesia, disorganizzazione, caos…

  25. # lorenzo

    I pediatri non visitano più a casa, il medico di famiglia uguale, il sabato la domenica e i prefestivi, non ci sono medici curanti, se ti capita qualcosa dove vai al mercato o al pronto soccorso? per l’ospedale, andate anche nei reparti di medicina, non solo in maternità ……

  26. # memedesima

    beato chi s è trovato bene, noi siamo dovuti scappare più volte a Pisa, dopo esser stati a Livorno.

  27. # Francesco R.

    Mio padre 80 anni compiuti la scorsa settimana. 5 infarti e 2 tumori asportati (Spedali Riuniti di Livorno – ndr -). Tutt’oggi via via si arrampica sugli alberi a cogliere frutta e fa una sacco di passeggiate. Ancora lucidissimo. Una roccia, per farla breve. Toccando ferro e qualcos’altro, fino ad oggi abbiamo trovato medici, dottori, infermieri, ecc. ecc. parecchio professionali e seri. Ed ogni volta spero che sia SEMPRE così anche per tutti gli altri…

  28. # Francesco R.

    P.S.: I 5 infarti ed i 2 tumori asportati di mio padre si sono succeduti nell’arco di tempo di 10 anni circa, mi sembrava doveroso specificare, altrimenti sembrava una carneficina detta così. Grazie. 🙂

  29. # Paolo

    E magari sono quelli che più evadono le tasse e non pagano per quello che ricevono, e poi parlano male della struttura pubblica. Così pensano di dimostrare a sè e agli altri che non ne vale la pena pagare le tasse.

  30. # Biko

    Sono pienamente d’accordo con Alice …..io ho avuto tre volte bisogno e per tre volte hanno sbagliato le diagnosi …..per l’ultimo errore sto ancora pagando le conseguenze …

  31. # Irene ❤️

    Io invece a Livorno mi sono trovata malissimo!! Mi tirai un cassetto pesantissimo sull’alluce del piede!! Andai lì a Livorno e mi visito il dottor….. Un dottore veramente ignorante tantissimo tanto che non lo riescono a mandare via però le infermiere consolano le persone per fortuna!! Questo dottore è da mandare via subito! A me stava mandando un dito in CANCRENA meno male andai a Pisa subito di rincorsa bucata e antibiotici !! Menomale sono salva per miracolo un’altra mia amica ha avuto un incidente è stata trattata malissimo sempre da lui!!
    Livorno e bella per tutto ma non affatto per l’ospedale!!
    Troppo più bello quello di Pisa organizzati benissimo gentilissimi e non affatto sfavati è annoiati come qui a Livorno!
    Pisa a Livorno come ospedale e li fa n’baffo detto alla livornese !! Prossimamente avrò un operazione ovviamente andrò a Pisa !! Ormai sono in cura a Cisanello troppo meglio di Livorno

  32. # silvia

    Cioè, veramemte , non ho parole. Riuscire a infilare il commento razzista anche in questa discussione è da malati, di una malattia per cui non esistono medicine, diceva il mi’ nonno ….

  33. # silvia

    Ecco, venite tutti a Pisa, perché qui ce n’è poina di gente in sala d’ aspetto! E comunque la situazione è molto simile.

  34. # silvia

    Deh ! Ha’ voglia!

  35. # io,me

    E’ a fortuna, mia mamma dopo una caduta portata al pronto soccorso dimessa con un analgesico e l’assicurazione che non era nulla e che doveva ,mi raccomando, camminare e muoversi per guarire più velocemente. Infatti da tanto che stava bene aveva il piatto tibiale rotto e siccome ci ha fatto anche di molto movimento così guariva prima, l’hanno dovuto mettere una bella protesi al ginocchio! Ganzo è? Naturalmente operata non all’ospedale visto che non riescono nemmeno a leggere le radiografie! MAH!!!

  36. # Nicolò

    Bisognerebbe essere grati di dover aspettare tanto in fila…significa che dopotutto non si tratta di un problema così grave…

  37. # DANIELA

    C’è chi ha fortuna e chi no e’ inutile questionare tanto deh , anche a Pisa sono bravini si ! A me per trovare sollievo sono in attesa della quarta operazione ma fuori sia da Livorno che da Pisa vai , mettete meno meno ! Tanto chi soffre e spende per curarsi fuori e siamo tanti ! Esasperati e disperati ! Ma per favore! Poi per carità ogni uno fa cosa li pare ! Ma qui di cortesia non la regalano davvero , infatti per diagnosticare i mali spesso bisogna andare a pagamento 200 euro .

  38. # pietro.f

    Tu … bzzzz … essere certamente … frssscc … bravi robottino di … crrrr … ultima generazione … gniiikk … tu mai sbagliare.

    Scopo primario dell’ISO 9001 è il miglioramento continuo delle prestazioni aziendali, permettendo all’azienda certificata di assicurare ai propri clienti il mantenimento e il miglioramento nel tempo della qualità dei propri beni e servizi.

    Sono d’accordo che si debba tendere al 100% della conformità e della qualità ma, caro il mio espertotuttodunpezzo, in medicina non esiste né lo 0,00% né il 100%, le variabili sono infinite perché infinitamente variabile è la biologia.

  39. # pietro.f

    Non sempre si può trattare di diagnosi, spesso si formulano solo ipotesi diagnostiche che vanno verificate col tempo e con altri esami. Se non si comprende questa cosa ecco che le aspettative verso il pronto soccorso sono utopistiche e spesso destinate a rimanere deluse. Il pronto soccorso deve rendere stabili, se possibile, i pazienti instabili onde permettere ad altri di avere più tempo per formulare diagnosi. Il pronto soccorso non fa diagnosi ad andamento rapido su persone che vede per poche ore, per esempio è molto raro che faccia una diagnosi di cancro. Il cancro è una cosa grave ma non è una cosa urgente: se non si capisce la differenza si farà sempre torto al lavoro del pronto soccorso.

  40. # pietro.f

    Cerco di spiegarmi meglio. 1) Il pronto soccorso deve rendere stabili, se possibile, i pazienti instabili (quelli che rischiano la vita o un rapido peggioramento delle loro funzioni vitali o funzionali) onde permettere ad altri di avere più tempo per formulare diagnosi; chi è già stabile non dovrebbe mai andare in pronto soccorso ma recarsi dal medico di famiglia o in ambulatorio specialistico. 2) Se non si capisce la differenza tra ciò che è grave e ciò che è urgente si farà sempre torto al lavoro del pronto soccorso.

  41. # pietro.f

    Scusate: … delle loro capacità vitali o funzionali.

  42. # esse

    tanti discorsi e al referendum non ha votato quasi nessuno.invece di chiacchierare ora bastava un x.coi soldi dell’ospedale nuovo che va tirato su dal niente,si azzeravano code per le visite,non si trovava infermieri stressati e tutti avremmo avuto diritto alle cure.

  43. # Andrea

    Secondo me esageri con le pretese. Al ps, come in tutta la struttura usl, vi sono persone che svolgono con passione e professionalità il loro delicato mestiere, e ne sono altri che timbrano il cartellino x poi impegnarsi nell’imboscamento… Noi siamo grati ai veri operatori, non possiamo pretendere la super perfezione, ma essere felici che il sistema ospedaliero livornese, tra liti e successi funzioni abbastanza bene da salvare moltissime vite ogni giorno, in silenzio e poco riconosciento

  44. # DANIELA

    Buongiorno Signor Pietro. Lei può avere ragioni su molti lati e io concordo sulle sue ragioni. Però non può parlare di cose gravi come diagnosticare e se le cose tipo malattia grave si può andare o non andare al pronto soccorso. Perché c’è delle malattie che purtroppo repentinamente cambiano e può venire nella stabilità , emorragie eccetera . Non può dire questo con tanta certezza, sembrerebbe quasi un medico , ma se poi dice per i mali non si va al pronto soccorso caro mio è fuori strada buongiorno.

  45. # Stefano

    Ecco,vai,sfruttala..

  46. # Stefano

    Boia deh!? O chi sei???

  47. # star

    la vedo dura che con il piatto tibiale rotto potesse muoversi….. me lo sono rotto anche io e, logicamente, se appoggiavo il piede a terra cadevo perchè appunto il piatto tibiale, cioè l’osso al quale è “agganciata” la tibia era rotto!!!!!

  48. # gabbri

    quando ci sono state le votazioni sono entrata nella cabina pensando alla giornata che mio padre passo al ps il giorno dopo 15 agosto.un blocco intestinale di 14 giorni di un uomo con demenza senile,persona integerrima ex deportato …deceduto ad ottobre.l’hanno rimandato a casa perche’ non si eseguono piu’ clisma per carenza di personale….non vi dico il seguito pero’ non lo dimentichero’ e se potro’ non mi rivolgero’ con facilita’ al ps….dove ci saranno tante persone coscienziose…ma io ho i niei dubbi e la protesta era solo la mia croce sul foglio elettorale.

I commenti sono chiusi.