Ora a Sant’Andrea un presidio di polizia, l’appello dei residenti deve essere raccolto

Il disperato appello degli abitanti del quartiere Sant’Andrea non puo’ non essere raccolto da tutte le forze politiche che da subito devono pressare Comune e Questura per un intervento forte e continuo in quell’area. Risulta evidente, dalla nota dei residenti, che le azioni estemporanee e sporadiche ,messe in atto sino ad oggi , non hanno prodotto risultato alcuno. Certo, l’immigrazione clandestina e lo spaccio di stupefacenti vanno contrastati, ma qui siamo in presenza di una situazione di degrado strutturale che necessita di provvedimenti organici e duraturi. Credo che sia indispensabile chiudere con immediatezza i locali incriminati e predisporre un presidio delle Forze dell’Ordine e dei Vigili che abbia una continuita’ almeno nel medio periodo.Certo non si risolveranno alla base queste problematiche, gli spacciatori ed i piccoli criminali trasferiranno altrove le proprie “attivita”, ma almeno sara’ possibile dare un po di respiro a quel disgraziato quartiere. Poi ritengo ormai ineludibile che il tema dell’immigrazione clandestina possa e debba essere affrontato a livello nazionale con provvedimenti chiari e decisi, senza preoccuparsi troppo delle farneticazioni della Boldrini e della Kyange. Vanno bene integrazione e solidarieta’ , ma ormai gli extracomunitari sono davvero troppi e non possiamo piu’ permettercelo. Mi auguro che anche i partiti che, ipocritamente e, almeno credo, per calcoli elettorali, sostengono la cancellazione delle frontiere, si rendano conto del pericolo. Assicuro che non vi e’ in me alcuna pregiudiziale razzista, ho sempre considerato gli immigrati una preziosa risorsa per la nostra Nazione, ma sono assolutamente convinto che possano permanere , per la sicurezza nostra e la dignita’ loro, soltanto quelli che hanno un lavoro ed un alloggio, gli altri debbono essere mandati via e sarebbe bene che anche la Magistratura non ponesse ostacoli.

 

 

 

Bruno Tamburini consigliere comunale Pdl

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # Robe

    Perfettamente in accordo…. Tutta la zona da Sant’Andrea alla Stazione è quotidianamente lasciata a se stessa. Le forze di polizia passano ma sembrano girarsi dall’altra parte. Una presenza più attenta sarebbe assolutamente opportuna, dirottando magari anche uno o due dei vigili urbani che stazionano perennemente in piazza Cavallotti senza che peraltro facciano nulla per contrastare il commercio abusivo (roba da far ridere i turisti che ogni giorno visitano il mercato!!!).

  2. # Fausto Butelli

    Gli stessi problemi ci sono in tutta la zona di Piazza xx settembre dove vivo. Quasi tutte le notti ci sono gruppi di sudamericani che tengono svegli i residenti a volte sino alle 2,30- 3 del mattino senza considerare un ristorante della zona che TUTTE le sere sforna bande di ubriachi fradici che con cori da stadio e urla ci fanno compagnia in tutta la piazza. Non dimentichiamo lo spaccio diuturno sotto gli occhi di tutti.

  3. # carmi

    Parole se ne sono dette tante ma fatti zero.Leggo su quotidiani le varie idee e progetti di riqualificazione urbana:Piazza Garibaldi e’ andata ormai nel dimenticatotio.Se non erro dovevano essere stanziati circa 16.000,00 euro per far fronte alla varie opere quali baracchine, servizio igienico e quant’latro…niente di cio’ ad oggi e’ stato fatto.Non capisco la necessita’ di aprire gli internet point.Altre attivita’ stanno chiudendo un po’ per la crisi un po’ per il continuo degrado che il quartiere sta vivendo.La matassa e’ parecchio ingarbugliata e difficile da sbrogliare.I problemi sono tanti e chi piu'(TUTTI) e chi meno cerca di evitarli.
    Sapete chi se la passa bene?:la birra moretti che sta vivendo la sua grande epopea.

  4. # patrizia

    via mentana stesso degrado siamo stufi chi di dovere faccia il suo lavoro. al punto in cui siamo arrivati vanno bene anche le ronde.

I commenti sono chiusi.