Novaol: dopo 18 mesi di buio ritorniamo a vedere la luce

Finalmente dopo 18 mesi di buio siamo tornati a vedere la luce, una luce di speranza che solo un anno fa era da considerare utopia.

E’ bello che Davide sconfigga Golia e questa volta e’ successo, da soli siamo riusciti a trovare il bandolo di una matassa intricatissima.

A noi non ha regalato niente nessuno, ce la siamo cercata trovata e presa questa occasione, per noi e per tutti i nostri compagni di lavoro; i nostri compagni di lavoro che sono stati usati e strumentalizzati, a cui hanno raccontato fandonie per mesi, i nostri compagni di lavoro che ci hanno supportato alcuni di piu’ alcuni di meno e alcuni per niente, ma tutti noi abbiamo sofferto in questi 18 mesi dove abbiamo perso denaro, abbiamo perso alcune volte le staffe e siamo andati sopra le righe ma abbiamo trovato un futuro per tutti noi e una speranza anche per tutte le realta’ in difficolta’ nella zona.

Ci sono stati vicini alcuni soggetti politici che non smetteremo mai di ringraziare, da Yari De Filicaia a Gianfranco Simoncini, da Massimo Guli’ a Darya Majidi, Ringo Anselmi, Alessandro Cosimi, Bruno Picchi e Lamberto Giannini.

Per ultimi, ma non per importanza, ringraziamo Fabrizio Musto e Fabrizio Zannotti della FILCTEM/CGIL e Mario Sandrelli della UILTEC/UIL che ci hanno supportato, guidato ed anche sopportato in questi 18 mesi di crisi.

Un grazie anche alle redazioni del Tirreno, la Nazione, Senza Soste, Qui Livorno, TeleGranducato e l’Unità che ci hanno dato spazio tutte le volte che lo abbiamo chiesto.

C’è stata poi una parte della politica e del mondo livornese che una mano ce l’aveva promessa ma poi se l’è rimessa in tasca, forse pensando che 30 posti di lavoro sono pochi o forse solo per “essere contro” a prescindere.

Come sempre succede in questi casi, molti saliranno sul carro dei vincitori ma noi saremmo vigili e non lo permetteremo.

Ieri in provincia è stato siglato l’accordo per 24 mesi di CIGS per ristrutturazione degli impianti, ci sarà ancora da tirare la cinghia ma il peggio è passato, ora abbiamo un futuro e se Masol rispetterà gli impegni anche la città di Livorno ne trarrà beneficio.

 

RSU Novaol : Buti Marino, Buti Valter e Candian Marco

RSA Masol : Arnesano Luca, Barontini Srefano e Candian Marco

 

 

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # sergio

    Un grazie infinito a tutti i protagonisti che hanno contribuito alla conclusione positiva di questa trattativa, finalmente dopo decenni anche nella nostra città nasce un qualcosa che può dare opportunità di lavoro!!

I commenti sono chiusi.