Non ce l’ho con Ettore ma i bisogni non fateglieli fare in mezzo a piazza Attias

Buonasera, leggo quotidianamente quilivorno.it e so che alcuni problemi della nostra città sono stati risolti grazie al vostro impegno. Dopo questa doverosa premessa vi segnalo il mio “problema”: il 27 febbraio mi affaccio alla finestra, da dove vedo piazza Attias, e noto Ettore, il conosciuto golden retriver di un negozio, che fa i suoi bisogni nel bel mezzo della piazza come se niente fosse. Rientro verso casa intorno alle 18: 30 e attraversando piazza Attias mi ritrovo davanti la stessa scena, di nuovo Ettore con i suoi bisogni e di nuovo in piena piazza come fosse quello il normale luogo deputato alle sue naturali esigenze e ovviamente anche questa volta senza il minimo interesse da parte del proprietario nel pulire le “produzioni” del cane. Colpito da questi due episodi mi reco dai vigili urbani impegnati a fare multe vicino il teatro Goldoni e riferisco gli accaduti. La risposta è disarmante: “lei ha ragione, lo sappiamo, lo abbiamo già sanzionato “. Non soddisfatto incontro un’altra pattuglia di vigili all’inizio di via Marradi e riferisco lo stesso racconto e come da copione la risposta è la stessa. Lascio a voi trarre le conclusioni di questa frivola ma significativa vicenda.

M.L.

Riproduzione riservata ©

12 commenti

 
  1. # gmagri

    Confermo pienamente il “fenomeno” denunciato dallo scrittore della segnalazione. Da sempre questo bel cagnolone gira indisturbato sulla piazza, dotato tralaltro di ciotola dell’acqua bella grossa e in bella vista proprio sul bordo antistante il negozio dei padroni. Nessuno dice niente e avendo anch’io un cane e lavorando li vicino, mi son trovato spesso ad averlo dietro come “scorta” fin dentro anche ai bar limitrofi, tant’è che una volta hanno creduto che fosse un mio secondo cane. Come ha giustamente scritto l’autore dell’epistola, non ce l’ho certo con Ettore, ma ovviamente con i padroni che non se ne curano e con chi sarebbe preposto a fare ulteriori sanzioni, visto che anche lasciare libero l’animale è essa stessa una cosa da sanzionare, oltre ovviamente alle deiezioni lasciate in giro. Il fatto che reiterino nello sbaglio non giustifica il non dover continuare a perseguirlo a norma di legge. Il cane può tranquillamente stare all’interno del negozio, io stesso al posto loro me lo porterei a lavoro se potessi, ma questo non deve incidere sulla collettività.

  2. # bob

    Sig,ra o Signor ho letto dell’accaduto e non sono sconcertato per niente, perchè a Livorno i cani sono più importanti dei cristiani.Tutto questo perchè c’e’ un menefreghismo dei nostri amministratori. Il decoro,la pulizia,della nostra città è in cinquantesimo ordine forse.

  3. # m

    dovresti prendela e mettergliela davanti all’ingresso del negozio..ho anchio un bel canino e non mi piace essere paragonato a questi incivili

  4. # AndreaD

    Secondo me se sanzionassero il padrone tutti giorni, vedrai che prima o poi le leva le cacchine…

  5. # iononlalevo

    E perchè dovrebbero raccattare quella di Ettore se non hanno mai pulito neppure quella di nonno e nonna ! A loro gli ha sempre fatto schifo !

  6. # Siriano

    I vigili urbani hanno dimostrato fino ad ora insensibilita’ e mancanza di rispetto verso quei cittadini che hanno chiesto loro di intervenire nelle piu’ disparate situazioni soprattutto nei parchi pubblici, basta “sfogliare” la cronologia di quilivorno per accertare che quello che sto asserendo e’ assolutamente vero e neanche si prendono briga di rispondere e dare una risposta decente servendosi di questo stesso portale. Magari se non potete farlo perche’ impegnati in servizi piu’ seri, diteci per favore come e cosa dobbiamo fare.
    Siriano B.

  7. # LUCA

    Fare un’esposto ai vigili urbani, con documentazione alla mano vedrai come si muovono!

  8. # capino

    a Livorno siamo nella m….a in tutti i sensi. i nostri amministratori che fanno?
    minimo ci aumenteranno le tasse di quell’8 % che è in loro potere. non fanno niente e prenderanno le nostre tasse in premi di produzione per avere risparmiato
    GRANDIIIIIIIIIIIII !!!!

  9. # lybra

    ..i vigili urbani sono intervenuti..

  10. # lybra

    I vigili urbani al signore hanno detto di essere già intervenuti.. Qualcuno poi vi ha detto che non sono intervenuti anche dopo questa nuova segnalazione?

  11. # Luca

    Vorrei puntualizzare due cose inesatte nei vostri commenti . La prima è che nella ciotola di Ettore bevono tanti altri cani . Quindi probabilmente potrebbero esserci più ciotole nella città per i nostri cani. La seconda è che per non incorrere nella possibilità di lasciare in piazza i bisogni di Ettore raccolgo personalmente tutt’uno i bisogni che vedo nella piazza e probabilmente non tutti sono di Ettore. Per non parlare dell educazione e della pulizia e del rispetto che possono avere quei giovani che frequentano la piazza.

  12. # Pasqua

    Spero che non succederà mai, ma finche’ non capita il morsetto al bimbo il cane farà i suoi comodi. Io un giorno avevo la nipotina piccola che faceva merenda sulla panchina e lui e’ venuto a 5 centimetri da lei e stava li’. Fa paura, specialmente a un bambino piccolo che teme gli venga a mangiare la merenda dalle mani. E che si fa? si fa una chiassata? Ci si mette a urlare? Io mi chiedo dove hanno il cervello i proprietari. Io lo so ora da questa lettera a chi appartiene. Poi guardi in giro, nemmeno l’ombra di vigili a cui chiedere aiuto. :-(((

I commenti sono chiusi.