Le dichiarazioni di Berlusconi sono fuori dal mondo

Non sono mai stato iscritto al “berlusconismo” e nemmeno all’ “antiberlusconismo” : mi ritengo quindi libero da pregiudizi nel rilevare come l’esternazione ,anticipata dall’abile Vespa e riferita al suo ultimo libro in uscita a giorni,di Berlusconi secondo la quale i suoi figli si sentirebbero come gli ebrei sotto il nazismo, appare veramente insulsa, fuori di luogo e inutilmente offensiva.

In attesa di smentite e immancabili “sono stato frainteso” e rivendicazioni d’amicizia varie, e’ fastidioso il solo dover far rilevare per la sua ovvietà , senza entrare nel merito delle vicende giudiziare del personaggio e delle indubbie ricadute familiari, come non possa sussitere alcun paragone tra la situazione della famiglia Berlusconi e chi si sia trovato, o viva ancor oggi, perseguitato da qualsivoglia regime. La persecuzione razziale antiebraica (razzista) ebbe poi anche l’ulteriore tragica e odiosa caratteristica di non rivolgersi contro “nemici” o “contendenti”, cosa comunque non accettabile per chi sposi basilari principi di democrazia liberale, ma verso esseri umani che, ovunque si trovassero sotto l’influenza nazifascista, erano “rei” di appartenere ad un credo religioso che compiacenti e squallidi “scienzati” asserviti cercarono anche di connotare, per giustificare l’oppressione, in termini di “razza”.

Singolare poi, ove non letto freudianamente, l’aver “dimenticato” che per cercare situazioni di oppressione e persecuzione razziale (razzista) Berlusconi sia dovuto arrivare sino in Germania : la storia italiana gli avrebbe dovuto già dare diversi spunti, ma vallo spiegare a qualche nostalgico che ancora frequenta il berlusconismo e secondo il quale le leggi razziali (razziste) del Duce furono tutto sommato teoria e non pratica persecuzione divenuta poi complice diretta del nazismo.

Gadi Polacco

 

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # bruno tamburini

    in effetti poteva fare anche l’esempio della situazione dei cosacchi sotto Stalin.

  2. # Carlo

    Uscita poco felice, anzi, del tutto sbagliata. Detto questo è palese la persecuzione mediatico giudiziaria cui Berlusconi è da anni oggetto. Ricordo perfettamente tra l’altro con quale onore l’ex primo ministro fu accolto in Israele e le parole che disse presso l’Haknesset, interrotte da continui applausi. Una frase stupida non intaccano minimamente la schiettezza e l’amicizia fra il mondo ebraico ed Israele. Ho sentito molte più perfidie da vignettisti ed esponenti politici di determinate aree politiche che però non hanno, chissà perché sollevato vespai.

  3. # Stefano Turini

    Cavolata per cavolata si, poteva anche citare i cosacchi che,arruolati anche dagli italiani, durante la seconda guerra mondiale si schierarono con tutti e contro di tutti: mi ricorda la politica italiana….
    Avrebbe però corso il rischio di irritare il grande amico Putin, fulgido esempio di democrazia occidentale proveniente dall’allevamento KGB…

  4. # Malizioso Troll

    Ha un network televisivo multicanale e almeno tre quotidiani nazionali al suo servizio e sarebbe oggetto di una persecuzione mediatica?
    Ne ha fatte di tutti i colori e sarebbe oggetto di una persecuzione giudiziaria?
    Oltretutto, non è che per caso sarebbe il caso di soffermarsi su chi è che lo vuole mettere fuori gioco? Non sono certo i “comunisti” o le “toghe rosse”, ma i suoi ex compagni di merende, che da almeno un paio d’anni si sono resi conto che è impresentabile. Aprite gli occhi, su…

  5. # Carlo

    Gentile Malizioso Troll, mi potrebbe stilare se le aggrada, la lista dei programmi televisivi mediaset asserviti a Berlusconi e che fanno a lui da lacchè? Nel panorama nazionale, quali sono le trasmissioni serve che descrivono Berlusconi come salvatore della patria? facendo una ipotetica gara, quanti sono i quotidiani che scrivono sotto dettatura di Silvio? Ci lamentiamo della giustizia lenta, in 300 giorni scarsi abbiamo assistito a tre gradi di giudizio più pubblicazione delle motivazioni della sentenza, come le devo intendere miracolo oppure una efficienza ad personam? Sette anni di condanna per una telefonata le sembrano pochi? 300 testimoni a favore giudicati a Milano tutti bugiardi come vanno intesi? Una mattonata nel viso con il colpevole assolto come va interpretata? via, apriamo gli occhi.

I commenti sono chiusi.