La società civile si ribella. La sfida del magistrato De Carlo

Il giudice Ugo De Carlo entra in campo lanciando il guanto di sfida alla partitocrazia imperante: la trasparenza, rendendo pubblico il proprio reddito e patrimonio. I professionisti della politica non hanno il coraggio di spiegare le ragioni delle loro scelte ed ammettere quali siano i loro veri interessi; ed è per questo che la gente sposa l’antipolitica e non ce la fa più della casta. Ci voleva De Carlo, ci voleva un sussulto di chi non ne può più di vedere un potere sclerotizzato incapace di dare risposte alle difficoltà della gente e che spesso affronta i problemi solo in funzione del consenso che da essi può derivare. Da sempre Fare per Fermare il Declino ha chiesto alla classe politica di dare risposte concrete ai problemi delle persone. Su questa base è nata l’alleanza con la lista civica di De Carlo che esprime le qualità che abbiamo sempre chiesto ad un potenziale leader politico.

Celeste Vichi
Coordinatore di Fare per Fermare il Declino di Livorno

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # carla

    chi c’è nella lista? dove si legge il programma?

  2. # asciugati

    Boia deh ma in questo caso è tutto vero ? con “fermare il declino” non si sà mai !

  3. # incazzato

    un altro magistrato con la bacchetta magica, mancava a Livorno!!!!! ma un lavoratore del porto del eni etc mai !! basta con questa società civile esistono persone le quali fanno politica solo per passione e voi vorreste indicarli come non “civili”, resto del opinione che i magistrati, i quali intendono entrare in politica lascino la magistratura, troppo facile chiedere solo un trasferimento….

I commenti sono chiusi.