Io sto con il pensionato Michele Carugi

Io sto con Michele Carugi, il pensionato balzato agli onori della cronaca per un intervento in televisione che ha causato un botta e risposta con il ragazzotto fiorentino che crede ed afferma di salvare l’Italia. Anch’io sono stufo di questa storia relativa allo scandalo delle cosiddette pensioni d’oro, anche perche’ nel mucchio vengono ricomprese pensioni che nulla hanno ha che vedere con quelle davvero imponenti , da decine e decine di migliaia di euro al mese, ogni riferimento ai vari Ciampi , Monti, Amato e’ puramente voluto , ma semplicemente legate alla tua vita professionale, al tuo status giuridico ed ai contributi versati e di importo assolutamente minore. E’ bassa demagogia e squallido populismo additare alla pubblica opinione soggetti che hanno avuto incarichi rilevanti e di notevole responsabilita’ e cercare di punirli a posteriori per rispondere alle giuste esigenze di coloro che a mala pena riescono a sopravvivere e non in tutti i casi, purtroppo. Non si parla piu’ dei costi della politica , del numero abnorme e degli emolumenti e relativi vitalizi dei parlamentari e dei consiglieri regionali , dei mostruosi stipendi e conseguenti pensioni di commessi e dattilografe, barbieri e cuochi in Parlamento , degli scandali nelle varie regioni, delle comunita’ montane in pianura e dei numerosi enti inutili, potrei continuare ancora , no, si parla soltanto di tagliare i consiglieri comunali e di cancellare le provincie, come si dice a Livorno, roba da torta. Che il governo intervenga davvero sui reali centri di spesa per consentire a milioni di persone di avere stipendi e/ pensioni che consentano loro di mantenere le proprie famiglie in modo dignitoso e non si cerchi sempre la via piu facile di colpire chi ha meritato e sudato quello che ha. Questo e’ un concetto comunista, tutti poveri, tutti felici che io non sono mai riuscito ad apprezzare

 Bruno Tamburini consigliere comunale Pdl

 

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # dany

    la pensione è calcolata in base hai contributi versati , ho sbaglio
    pertanto se prendo tanto vuol dire che ho anche versato tanto

  2. # sergio M

    Tutte da tagliere le pensioni: d’oro e non d’oro, anche quelle degli statali che vanno in pensione (adesso non più ma lo hanno fatto per decenni) con 19 anni 6 mesi e 1 giorno di lavoro compreso servizio militare e l’univesità

  3. # Danielmaries

    Se ogni ex lavoratore dovesse realmente percepire quello che ha versato in 35 anni di lavoro , prenderebbe al massimo un terzo di quanto prende adesso grazie al sistema contributivo. In pratica un terzo della pensione è pagato dal lavoratore con i contributi e tutto il resto è a caricodello stato, ovvero di lavoratori precari, semicassintegrati e aziende in bolletta! Del resto questi futuri pensionati, anche se matureranno 43 anni di contributi, la pensione la vedranno con il binocolo!

  4. # Daniele

    Egr. Signor Consigliere, che cosa ha fatto il suo partito rispetto a quello che lei afferma? Non è che ha sbagliato partito?

  5. # bruno tamburini

    hai perfettamente ragione, e’ vero che i due governi monti prima ed ora letta sono particolari, ma e’ altrettanto vero che anche il mio partito e’ rimasto silente e soprattutto fermo e se ha sbagliato non vedo perche debba tacere. Io voglio continuare ad essere libero di esprimere il mio pensiero, lo facevo con le stellette , figuriamoci ora.

I commenti sono chiusi.