In Venezia la situazione è diventata ingestibile

Salve, volevo segnalare che la situazione qua in Venezia e’ diventata ingestibile nel fine settimana. Sono rientrato alle una di notte sugli Scali delle Barchette presso la mia abitazione. Entrato nella via, già con difficoltà a causa delle macchine parcheggiate in doppia fila, sono rimasto incastrato in fondo alla strada a causa delle auto parcheggiate in modo selvaggio e senza alcun riguardo verso i residenti. Così, dopo 20 minuti di tentate manovre, ho chiamato la Municipale che mi ha riferito l’impossibilità di intervenire a causa dell’imminente fine del turno (alle 2:00). Così, ho contattato la polizia che, stupiti dal fatto che la municipale non fosse intervenuta, hanno mandato una volante. Nel frattempo, grazie ad una macchina che se ne è’ andata sono riuscito ad uscire con la mia auto e a parcheggiare nel parcheggio santa trinità.

Non e’ accettabile che piazza del Luogo Pio, le aree pedonali e Scali delle Barchette siano lasciate in queste condizioni e che i vigili si rifiutino di intervenire in caso di bisogno giustificandosi con la fine imminente del turno o con la giustificazione che fra un po’ saranno messe le telecamere. Io ero bloccato stasera, non fra un po’!

In piazza del Luogo Pio inoltre la situazione e’ pure pericolosa, in quanto, le macchine parcheggiate di fronte alla chiesa obbligano l’automobilista ad andare contro mano nella speranza di passare…con il rischio di strusciare la macchina o provocare un sinistro…

Ok, fra poco installeranno le telecamere?  Bene….ma nel frattempo potrebbero fare vigilanza e far sì che la situazione rimanga accettabile almeno nei weekend…!

Lettera firmata

 

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # gabri

    La prossima volta, invece di chiamare anche l’esercito, parcheggi un po’ più lontano invece che nei pressi della sua abitazione. Se lei abita in zona sa perfettamente che nei fine settimana può esserci un po’ di caos, per cui meglio evitare di andare ad impelagarsi in improvvide manovre per poi chiedere aiuto. Se faceva due passi ci guadagnava in salute oltre a fare molto prima. Altrimenti si attivi nella ricerca di un comodo garage o posto auto: le comodità però si sa, costano.

  2. # Alessio

    Certo, perché secondo lei e’ giusto che chi vive in quelle zone debba sopportare “un po’ di caos” in modo da accontentare quei 4/5 padroncini che si arricchiscono con i locali a scapito della civiltà… Lei scrive “un po’ di caos”… Ma e’ mai stato a di sera in quelle zone?? Si e’ mai trovato costretto a lasciare l’auto a 10 min di cammino da casa (per poi prendere la multa il giorno dopo xche dove l’ha lasciata c’è una lettera diversa dalla sua) ? Si e’ mai immedesimato in un anziano bloccato a casa perché nn riesce a muovere l’auto o perché ha il terrore di farlo a causo della paura di ritrovarsi bloccato? Per non parlare poi di come viene lasciato il quartiere….si faccia un giro la domenica mattina e veda lo stato di degrado che resta…(bottiglie rotte, sporcizia, odore di urina ad ogni angolo…) vedrà che forse cambierà idea, sopratutto se non e’ uno dei possessori dei locali che trae guadagno da questo..!!
    Quello che si chiede sopra e’ solo un po’ di vigilanza atta a garantire la civiltà ed il rispetto del codice della strada… Che poi forse non si dovrebbe manco chiederlo.,,,DOVREBBE ESSERE SCONTATO!!!!

  3. # Carlo

    io abito in zona Banditella e, pur avendo il garage, sono problemi sconosciuti. Credo che però chi abita in città, senza posto auto privato, debba mettere in conto i problemi di parcheggio, soprattutto in zone di movida.

  4. # poveromo

    a livorno si sa’ regna l’arroganza e l’incivilta’ manca il rispetto altrui e sicuramente le istituzioni non d’anno una mano a chi vorrebbe il rispetto delle regole,anzi cosi’ facendo incoraggiano chi provoca confusione in zone popolose .

  5. # gabri

    Per sua informazione abito in zona mercato centrale, il caos per me è la regola dalle 5 di mattina dal lunedì al sabato, ma mi guardo bene dal brontolare, fa parte del gioco abitando nella zona. Io lascio l’auto a mezz’ora di cammino da casa, parcheggiando ove possibile e se dovessi parcheggiare la notte dove il giorno non è consentito per ragioni di lettera programmo il mio Citizen dotato di sveglia per spostarla nei tempi consentiti. Faccio tutto consapevole del fatto che abitando in centro e non avendo parcheggio ci si deve adattare in qualche modo, non sempre è possibile avere l’auto sotto casa, se pur comodissimo. Il giorno che mi stancherò di questa inesorabile trafila o mi doterò di posto auto o mi darò al ciclismo senza piagnistei e senza chiedere parcheggi comodi gratuiti sotto casa e a carico della collettività in zone dove per evidenti ragioni storico urbanistiche non è possibile farli.

  6. # Carlo

    “4/5 padroncini che si arricchiscono con i locali a scapito della civiltà”. Di chi parliamo? di delinquenti patentati? di spacciatori? o finti disoccupati con triplo lavoro in nero? Nelle città esistono anche locali che lavorano in ore notturne e tirano avanti la carretta delle rispettive famiglie onestamente e senza chiedere nulla a nessuno. Ci possono essere degli incivili fra i clienti che invece di utilizzare i cestini o i cassonetti scaraventano per terra i loro rifiuti, ma non è certo colpa dei gestori.

  7. # asciugati

    boia dè e dovevi votà un sindao che stava in Venezia ! vedrai che sistemavano tutto e tutti per benino in poo tempo….

  8. # Lukas

    Se compro una casa in zona mercato centrale devo mettere in conto queste difficoltà. Se la compro in Venezia quando è ancora un quartiere tranquillo e DOPO mi diventa così, mi sembra che la cosa sia diversa. Il problema è il rispetto delle regole e la convivenza civile. La sera quando Piazza del Logo Pio diventa a senso unico alternato a causa delle auto parcheggiate in modo IDIOTA, il parcheggio della stazione marittima e quello del palazzo del Governo sono desolatamente vuoti, segno che forse un po’ di civiltà non guasterebbe. Basterebbe che il Comune estendesse la lettera anche nelle ore notturne, come succede nelle città di mezza Italia (Bologna, Modena per fare qualche esempio). Addirittura in centro a Bologna c’erano qualche anno fa (non so se ci sono ancora) delle sbarre che si abbassano nelle ore notturne consentendo l’accesso ai soli residenti (traverse di Via Zamboni).

  9. # Marco

    Certo che e’ colpa dei clienti……quindi se a Livorno ci sono incivili significa che ci vuole qualcuno che controlli….altrimenti e’ anarchia!

  10. # Marco

    E comunque sarebbe interesse anche dei gestori mantenere, incitare e contribuire al decoro….
    Ora a causa di questa situazione metteranno le telecamere in quelle zone, e si arriverà solo a piedi….
    Vediamo se la gente continuerà ad andarci o opterà per altri luoghi..,,,,
    Magari se non si fosse arrivati a questo punto ciò non sarebbe successo e magari i gestori avrebbero continuato a lavorare come adesso…..
    Chi vivrà vedrà…..

  11. # Giulia

    Certo Bologna ė Bologna civile educata e con tanto rispetto ed educazione, sono avanti almeno 60 anni e qui al loro livello non ci arriveremo mai…

I commenti sono chiusi.