“In pieno centro 10 centesimi per salire con l’ascensore. Non è giusto”. FOTO

Mediagallery

Il 9 ottobre in un palazzo di via Ricasoli dove ci sono solo notai vado per prendere l’ascensore e trovo questa sorpresa. Se voglio salire devo introdurre 10 centesimi. Mi sembra tutto ridicolo…vabbè che c’è la crisi ma addirittura chiedere soldi per salire è ridicolo davvero. Cosa ne pensate?

Marco

Riproduzione riservata ©

50 commenti

 
  1. # Carlo

    Penso che sia giusto. Se in un condominio vi sono uffici l’andirivieni è continuo e l’usura degli ascensori è notevole. Chi vuole usufruire di un servizio è giusto che paghi, altrimenti ci sono le scale con comodi corrimano gratuite.

  2. # francesco

    una volta erano ci volevano le 20 lire

  3. # Frank

    Marco condivido pienamente: forse è giunto il momento di cambiare notaio!!!

  4. # Luca

    sia giusto? ma fatemi capire …vai al bar e prendi il caffè e si ritiene “giusto” non far pagare il bicchiere d’acqua … si va dal notaio dove minimo si spende 1/2000 euro ed è “giusto” pagare l’ascensore!!?? Scusate ma io non ci capisco più niente ……

  5. # Robe

    Purtroppo la crisi non consente più ai notai le belle e abbondanti notule, quindi pensano di recuperare con i 10€cent dell’ascensore…. Magari potrebbero mettere anche una cassetta per la raccolta di sussidi al portone!!!!

  6. # gabri

    in passato si pagava e nessuno si scandalizzava.

  7. # fulvio

    Con quello che guadagnano i notai si posso permettere quante manutenzioni vogliono! L’ascensore è un servizio che il professionista dovrebbe offrire gratuitamente al proprio cliente e come se in un negozio ti facessero pagare la luce.

  8. # 4luglio68

    Magari fare le scale ad alcuni farebbe bene.

  9. # Dubbioso

    Un intero palazzo solo di notai?!?!?

  10. # Simone

    A parte di quanto guadagnano gli avvocati, notai.. Ect ect, ma la cosa la può capire solamente che ha un ascensore nel condominio, con vari studi medici, le persone prendano l’ ascensore anche per fare un solo piano, specialmente giovani, poi quando arriva il conto della manutenzione e corrente?? Ben vengano di nuovo le gettoniere negli stessi!!!!

  11. # sfinge

    Prima , e io non sono vecchia, se volevi prendere l’ascensore dovevi mettere la monetina ,in alcuni palazzi l’ascensore prevede l’apertura con la chiave in possesso dei condomini. Io la monetina la metterei volentieri nel mio palazzo dove le persone pare trovino divertimento ad andare su e giù con l’ascensore, poi quando arriva il conguaglio sono dolori e le monetine farebbero comodo per abbassare la cifra.

  12. # stefano

    mi sembra un’altra furbata..

  13. # Ercole Labrone

    mi raccomando brontolate per i 10 centesimi dell’ascensore e tutti zitti sui ticket su visite e medicine

  14. # ir mario

    Il problema è dovuto al fatto che alcuni condòmini non pagano la quota di spese per l’ascensore. Quindi chi ha partecipato alle spese ha deciso di far pagare per l’utilizzo.
    Certo, come ha scritto un lettore, è fastiodioso pagare 10 cent per l’ascensore quando si va dal notaio per spenderne 3/4000

  15. # dez

    ma che stai a di .. per farti un contratto si pigliano una zizzola …
    per un atto di costituzione con 10 euro versati se ne pigliano dai 880 ai 1550 …
    per la casa con valore es 150,000 si pigliano dal 1.5% al 3% …

  16. # jobbee

    Signori, ma avete idea di quanto costa di condominio la manutenzione degli ascensori!!!! Uno sbotto!!! Ora c’è miseria e la gente si ingegna per far cassa. Secondo voi perché mi son comprato una casina vecchia al primo piano senza ascensore, per non pagare il condominio deh

  17. # Francesco

    …e a te sembra giusto pagare 1….dico 1 euro (nb: 1936,27 lire) per un pò d’acqua calda e dellla polverina nera????

  18. # Antò

    Si, ma mi sembra vergognoso che tale iniziativa venda presa in un condominio dove ci sono solo notai, che si prendono 200 euro per una firma. Credo che nei loro servizi un viaggio gratis in ascensore potrebbero concederlo.

  19. # donatella

    l’ascensore in quel condominio si paga da anni,vi abita un notaio storico di Livorno che dal 2012 ha lasciato in favore di un collega,
    tutta la struttura e’ decisamente da ristrutturare.Credo si tratti di parsimonia ,ricordo la notoia che ricicliava i pezzetti di carta per impedire il taglio degli alberi..

  20. # yoghi

    cambia notaio,vedrai che se tutti facessero cosi’ dopo una settimana ti vengono a prendere sotto casa

  21. # Gino

    erano 10 lire, ho ancora quelle bucate con il filo per recuperarle quando andavo a casa dalla mia ragazza

  22. # gg

    si ritorna negli anni 70 quando c’erano le 10 lire per salire e scendere dai che buffanata!!!!!!!!!

  23. # fabrizio65

    Se è vero che nel palazzo ci sono solo uffici di notai( quindi nessuna abitazione privata) ma non si vergognano a far pagare 10 centesimi ai loro clienti per l’ascensore e poi chiedere dai 1000 euro in su per le loro prestazioni professionali??? Gli ascensori costano ma i clienti sono SOPRATUTTO il loro guadagno!!

  24. # Il Moralizzatore

    Si visto che c’è un cretino che quel caffè te lo prepara, te lo serve. Se è troppo puoi prenderlo a casa tua.

  25. # Robe

    Forse non hai colto la battuta…. Pazienza!,,

  26. # stefano da uk

    Certo fabrizio 1965. Sono sicuro che i “notai” non morirebbero di fame per accollarsi i dieci centesimi di ascensore che, al mio modesto parere, le recuperebbero con le lore graute parcelle.

  27. # animanera

    hahahaha ……dè saranno in crisi anche i notai!!!!!

  28. # Luca

    L’acqua al bar comunque non si paga solo a livorno

  29. # nevuoiunmorso?

    è una vita che quell’ascensore è così…dato dal fatto che solo la precedente notaia pagò per farlo installare e quindi iniziò a farsi pagare dagli altri.
    poi se guardate per bene sui campanelli vi renderete conto che non sono proprio tutti notai in quello stabile….

  30. # nevuoiunmorso?

    guarda che ci sono abitazioni private. sbagli….

  31. # FrancescO

    Potrebbe forse anche esse giusto…me la faccio a piedi,ma perché un disabile che non può salire a piedi deve PER FORZA pagare?ah già!!! Ma io non sono mica disabile…cosa me ne frega!

  32. # Luca

    Paragonarsi ancora alle lire dopo 12 anni dalla sua (purtroppo) sostituzione mi sembra un po ridicolo se pur frequente. il costo di un caffè non è ne la polverina nera (come la chiami te) ne l’acqua. E’ una macchina del caffè che costa 12.000 euro, un mancino che ne costa 1.500, un depuratore a monte che depuri l’acqua ( circa 2500 euro), la lavabicchieri 2.000, le tazzine (circa 5 euro l’una), i saponi super studiati e schedati dai prezzi ingiustificabili. Se vuoi ci puoi mettere in conto anche i costi dei tecnici per i manuali di igiene, sicurezza dei dipendenti, tutti i loro corsi e poi ci metti i costi di gestione fissi ….. e anche un po di quella tanto simpatica tares che quest’anno , nel mio caso, ha toccato 7000 euro (non detraibile perchè tassa) …….. sono tante le cose che stanno dietro la tazzina del caffè e poche dietro a un commento “LIMITATO”

  33. # Gianni

    Andate a piedi che vi fa bono!!!

  34. # Carlo

    aggiungiamo che oltre a tutte le spese di gestione e tasse varie, su quell’euro del caffè viene emesso (pure) regolare scontrino fiscale e guai a non farlo altrimenti sei un ladro e causa di tutti i mali del mondo.

  35. # dez

    sorry

  36. # Liliputz

    Gino….che bei tempi!!! Ed è giusto far dare un contributo per la manutenzione, specie quando decine di persone, estranee al condominio, ne fanno comunque uso

  37. # nicola

    Però solo a livorno si paga la panna del gelato come se fosse un gusto.

  38. # Caterina

    E un invalido è giusto che paghi per la sua invalidità?
    E’ gusto che paghi per salire e scendere solo perchè non può scegliere se andare a piedi o no?
    Mah…
    In un palazzo di soli notai che se lo paghino l’ascensore, tanto ogni volta che vai dal notaio sono migliaia di euro che ti partono….

  39. # Caterina

    in tutta Europa ( per mia esperienza in Germania e in tutte le regioni della Spagna) ti chiedono se vuoi l’acqua del sindaco o quella in bottiglia, perchè quella del sindaco è gratis.

  40. # amaranto67

    giusto? i notai (all estero si diventa notai con una licenza qui c è lalbo professionale “dinastico”) con tutti i vaini che guadagano e le tasse che non versano? puo essere giusto far pagare 10 centesimi? io dico di no… se son cosi laidi da lesinare sull ascensore che usa chi va su a portargli i vaini ci mettano una bella chiave e FESTA FINITA… perche sennò va a fini che la manutenzione a loro liela paga chi come la persona che ha spedito la segnalazione deve anda forzatamente da loro . chiamali tirchi dé!

  41. # Amante

    io in ascensore ci faccio l’amore andando in sù e giù, in quel condominio mi costerebbe un capitale

  42. # Ilio

    Mi ricordo quando ero piccolo su tutti gli ascensori c’era la gettoniera dove andava messa una moneta da 10 lire e nel mio stabile anche se in disuso la macchinetta è ancora all’interno della cabina.

  43. # Marco Sisi

    Anche in molte altre città d’Italia (io vivo e lavoro a Roma) l’acqua “del sindaco” è gratis. Certo, l’acqua “di Cosimi” non è che sia il massimo della bontà… Esiste anche un sito web per sapere in quali ristoranti e locali pubblici servono acqua in brocca invece della minerale.

  44. # Malizioso Troll

    Se il notaio, all’atto di ricevere i soldoni, defalcasse i 10 centesimi dell’ascensore, tutti direbbero “no, grazie”, offesi per l’elemosina. A Livorno siamo fatti così.

  45. # Mirko

    Ce’anche il portone sudicio

  46. # il terrone

    Sei stato grande e allo stesso tempo molto educato bravo !!!

  47. # Marco

    In un edificio pubblico, se esistono barriere architettoniche, vanno eliminate. L’Ascensore serve per quello…..quindi in caso di presenza di un Disabile non deve pagarsi la corsa di tasca propria, ma farsi rendere l’impianto utilizzabile dall’ufficio che lo deve ricevere (in sintesi la corsa la paga l’ufficio). Poi sul fatto della gettoniera che sia giusto o sbagliato sono pareri personali in contrasto fra loro: chi dirà si e chi dirà no (giustamente).
    Sul costo del canone annuo della manutenzione, se viene reputato che ha un costo che non vale il Servizio prestato, non siete obbligati a rimanere per forza con la Ditta attuale.
    Ciao Ragazzi e a presto!
    (Sono un Ascensorista)

  48. # NONIMPORTA

    no scusa DISSENTO !!! URLANDO PER GIUNTA!!!! NO CARO NE VUOI UN MORSO !!!! non andò proprio così !!!
    quell’ascensore lo volle con tutte le sue forze MIO PADRE !!!! era invalido !!! e pur di averlo, fu LUI ad accollarsi le spese di chi non partecipò e uno di quelli fui proprio LA NOTAIA !!!! per giunta lo stessa notaia con il marito avvocato NON vollero lo scivolo per la carrozzina elettrica che aveva mio padre per poter andare in giro, perchè non era bello da vedere e tanto fecero che alla fine mio padre fu costretto a toglierlo ! 30 anni fa quando misero
    l’ascensore, al primo piano c’erano SOLO lo studio dentistico e lo studio della notaia assieme al marito avvocato ( dopo anni fecero uno studio al 2 piano se non erro del marito BOH!!), ma in quel periodo ( 30 anni fa appunto) dal secondo piano in poi c’erano SOLO appartamenti !! quindi……. ricordo pure che mio padre a quel punto NON voleva far fermare l’ascensore al 1 piano non avendo nessuno di loro partecipato alle spese. il notaio si impuntò e per avere il permesso di metterlo obbligò di farlo fermare volendo anche al 1 piano ma con il mangia-soldi…..che a mio parere NON doveva essere fatto pagare ai residenti ed invece alla fine pagarono tutti clienti e non e l’ascensore come potete vedere a distanza di qualche decennio lo usano TUTTI….ma si sa……i notaio fanno legge
    P.S. ciao marco sisi, come va ??? …….anche da noi al nord l’acqua del sindaco è gratissse, ciao un abbraccione

  49. # vincenzo

    Quanti salgono e scendono nei condomini solo per il gusto di far spendere i soldi agli altri solo per il fatto che contribuiscono alle spese elettriche e di manutenzione

  50. # pizzico

    Troppi diritti nessun dovere povera Italia!

I commenti sono chiusi.