Il parcheggio…dei rifiuti. FOTO

Mediagallery

Gentile redazione, naturalmente esiste un modo civile di comportamento e un’altro che dire menefreghista e sempre poco, Si parla tanto di raccolta porta a porta ma con certi personaggi in giro, sarà forse questo uno spettacolo che rientrerà nella normalità quotidiana? Il tutto ben coperto dalla vegetazione incolta ai lati di un parcheggio in via dei Pelaghi, non è un luogo sperduto di periferia, ma rimane li a fermentare ed ad ingrassare ratti e affini. Tra un po’ se continua in questo modo in quell’angolo ci vorrà una gru per portar via il tutto.

Distinti Saluti
Paolo Mura

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # carlo

    Stessa cosa accade nel parcheggio di piazza Maria Lavagna da cui si accede per passo carrabile all’ingresso dell’ospedale di via Gramsci. Non viene mai tagliata l’erba che è incolta e piena di rifiuti bottiglie di birra cacce di cani e quel che è peggio siringhe visto che di sera è luogo di incontri (mai una macchina della polizia controlli). I pochi alberi rimasti sono stentati. Non esistono cestini per rifiuti. Non esiste un servizio di spazzamento rifiuti. Il taglio, se viene effettuato e parzialmente, viene effettuato una volta all’anno dall’azienda il Carro e che comunque non fa il lavoro con accuratezza e lascia tutta l’erba tagliata (malamente) così marisce insieme ad escrementi e sporcizia. Ma il Sindaco o gli assessori non leggono mai? Sarebbe bene ascoltassero leggendo i disagi della gente altrimenti che ci stanno a fare in comune?

I commenti sono chiusi.