Il Comune chieda scusa a Borghetti (dama) per l’assenza alla premiazione

Forse e’ la prima volta che sono d’accordo con Giannini, certo, un po’ la cosa mi preoccupa, ma non posso non condividere la sua pesante critica all’Amministrazione per la sua totale assenza alla premiazione del campionato mondiale di dama a Montenero. E’ chiaro che un evento del genere non puo’ essere paragonato ad una Olimpiade o ad un campionato mondiale di scherma ed alle tante medaglie dei due nostri fenomeni Montano e Baldini , ma e’ comunque qualcosa che ha visto primeggiare nel mondo un nostro concittadino e e non e’ che capiti tutti i giorni. Era sufficiente una coppetta di simil argento o magari una targhetta consegnata dall’ assessore di riferimento. Figuriamoci, il bravo e volenteroso Bettini non riesce a distinguere le maglie del Livorno da quelle della squadra avversaria, e’ probabile che non sappia neppure cosa sia una dama. Sicuramente lo sa il Sindaco, ma lui ha altri impegni, ho letto che ha presenziato alla inaugurazione delle isole Wi-Fi assieme all’Assessore Majdi, sempre presente quando c’e’ da raccattare una foto. Naturalmente questo e’ un avvenimento importante assolutamente da non sottovalutare anche se, con una citta’ che cade a pezzi, sembra quasi come mettere la cravatta ad un porcellino Mi auguro che qualcuno dei tanti assessori in Giunta abbia la sensibilita’ di rimediare in qualche modo , naturalmente prima scusandosi con i Borghetti.

 

 

Bruno Tamburini consigliere comunale Pdl

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # roberto casarelli

    caro Sig.Tamburini,come vede sono un cittadino che si firma nome e cognome,quindi ho il permesso che mi concede la Democrazia,(quel poco che il suo Partito ha ancora lasciato),per dimostrare il mio disappunto di come lei si esprime contro le Istituzioni Cittadine.Non faccio parte di nessun Partito e neanche condivido la politica del PD,ma non riesco a sopportare che un consigliere comunale offenda pubblicamente e gratuitamente le istituzioni:IL sindaco,la sua giunta può anche aver lavorato male,starà ai cittadini deciderlo con le prossime votazioni,ma la propaganda da Mein Kampf ce la risparmi.Vada nelle sedi adatte,il consiglio comunale e con le sue buone ragioni esponga il dissenso,ma con rispetto delle ISTITUZIONI DEMOCRATICHE

  2. # Gianfranco Borghetti

    A scanso di equivoci voglio precisare che noi, famiglia Borghetti, non ci siamo rivolti a nessuna forza politica e che tutto quanto appare sulla stampa ad opera di alcuni Consiglieri Comunali è frutto di loro iniziative personali. Devo dire che ho esposto nella mia pagina facebook il disappunto nostro soprattutto verso l’Assessore al ramo per questi motivi: 1) dopo averci negato qualsiasi aiuto, di natura economica oppure in premi, durante la conferenza stampa del 20 giugno ha affermato di averci dato un contributo, cosa assolutamente non vera. Riteniamo tale affermazione gravemente lesiva in quanto avrebbe potuto ingenerare, qualora non smentita immediatamente come ho fatto in presenza dell’Assessore stesso, dubbi sulla mia correttezza. 2) benché invitato, non è venuto né alla cerimonia di presentazione del match né alla cerimonia di premiazione (24 giugno e 7 luglio. 3) Tanto meno ci ha degnato di una sua visita durante le 114 ore di gioco nel periodo indicato qui sopra. 4) ha affermato, sul sito del Comune e, mi dicono, su alcuni giornali, di essersi complimentato col vincitore. Ma a noi non è pervenuto niente da parte sua. 5) Gli chiediamo quindi come e quando ha fatto pervenire questi complimenti….. grazie!

  3. # roberto casarelli

    Gent.ma fam.Borghetti,grazie delle precisazioni,che apprendo solo ora ,e alle quali vanno la mia più sincera solidarietà e il mio sicuro pensiero di veridicità.
    Le chiedo pubblicamente scusa ,ma non volevo assolutamente agganciare la sua meravigliosa vittoria mondiale,con una volontà di stigmatizzare il modo di sbeffeggiare le Istituzioni da parte di un Consigliere.Sono orgoglioso di essere un suo concittadino e penso che il riconoscimento,non solo dalla città,ma doverebbe essergli conferito a livello nazionale.
    grazie

  4. # bruno tamburini

    caro Sig. Casarelli, io da subito mi sono firmato e mi e’ sembrata una cosa normale. Non ho offeso alcuno, mi sono limitato a constatare un fatto ed il fatto mi e’ sembrato meritevole di critica. Tutto qui.

  5. # Daniele

    Grande Gianfranco

  6. # bruno tamburini

    qualche problema con la grammatica , ma tutto sommato, ritengo apprezzabile il suo ultimo commento. Rimane il fatto che qualcuno ha mancato ed e’ questo che io ho stigmatizzato, Le Istituzioni vanno rispettate, ma gli uomini che le rappresentano non sempre di dimostrano all’altezza

  7. # sergio

    Ti dimostri sempre quello che sei stato ,da quando lavoravamo insieme , io al piano terreno tu al terzo,un uomo preciso , rispettoso,generoso e leale verso gli altri,indistintamente dall'”idea” e dal censo,qualità trasmesse ai tuoi figli; bravo Gianfranco! Un abbraccio a tutti voi ,Sergio Pilato.-

  8. # Fabrizio Mannari

    La preoccupa l’ assenza delle istituzioni per il caso Borghetti? Sono oltre vent’anni che l’amministrazione locale non si dimostra all’altezza della reale situazione della città. Avete favorito un progressivo dissesto finanziario e Livorno è scivolata sempre più in basso. Oggi assomiglia più ad un dormitorio a due stelle, piuttosto che ad una perla del Mediterraneo.

I commenti sono chiusi.