Giannini (Sel): il sindaco vieti le slot nei locali pubblici

Visto che il gioco d’azzardo provoca dipendenza, viste la crisi economica che provoca disagio che talvolta si manifesta nel tentativo insensato di uscire dai problemi economici attraverso il gioco , si chiede se l’amministrazione possa seguire altri comuni con un’ordinanza di divieto o limitazione delle slot nei locali pubblici.

Lamberto Giannini consigliere comunale Sel

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # giuliana dei

    Un proprietario di esercizio pubblico deve solo sincerarsi che nessun minore si avvicini a quelle diaboliche macchinette, poi il resto è demandato solo alla coscienza individuale.
    E’ crudo doverlo dire e può apparire anche molto cinico, ma ognuno è libero di rovinarsi come meglio crede, ed in questo caso lo fa pure in maniera legale.
    Nessuna amministrazione comunale può, se non in gravi casi, ma a quel punto è il Questore che interviene, mettersi di mezzo.

  2. # bruno tamburini

    l’amico Giannini ha un concetto un po’ singolare della democrazia. Ma e’ normale che sia cosi’, come qualche soldato giapponese, continua la sua personale battaglia in nome dei principi del vero comunismo. Il popolo va educato e qualsiasi mezzo e’ giustificabile

  3. # Lukas

    Secondo me andrebbero semplicemente proibite, visto che la lobby del gioco d’azzardo (che foraggia svariati politici) oltretutto non paga le tasse e deve allo stato miliardi…

I commenti sono chiusi.