Coteto, il “percorso di guerra” per camminare sui marciapiedi

Mediagallery

Spettabile redazione, vi inoltro le foto inerenti la situazione della nostra piccola strada per rendere noto a chi di dovere, la precarietà della stessa. La nostra piccola strada inizia da Via Cassa di risparmio e finisce sul Viale Boccaccio. Fino a poco tempo fa l’illuminazione pubblica era deteriorata e scarsa; si verificavano incontri per spaccio di droga, incontri intimi, e come ciliegina sulla torta, era considerata WC per persone ed animali (ma questo continua ad essere).
Le macchine posteggiate, certe volte, (e questo succede anche adesso) per come sono posizionate, fanno si che un qualsiasi mezzo di soccorso non riesca a passare. Fortunatamente il problema dell’illuminazione due anni fa è stato per metà risolto, la parte che va da via Cassa di Risparmio a via Salvo D’Acquisto è stata illuminata ma, la restante metà è ancora al buio. Ora, ci troviamo davanti alla crescita inevitabile di erbacce ambedue i lati e, sul lato del piccolo del marciapiede (molto ma molto piccolo) tra escrementi animali, umani e erbacce, è impossibile camminare. Sull’altro lato invece, oltre alla presenza di erbe, ci troviamo davanti al crollo del muro che perimetra la maggior parte della strada fino a via   D’Acquisto. Spesso troviamo pezzi di pietra per strada che possono danneggiare le auto sia che passano sia quelle posteggiate ma soprattutto possono far inciampare le persone anziane. Quindi siamo costretti a camminare nel mezzo della strada con il rischio che qualche imbecille (e credetemi ce ne sono) correndo con la macchina, ci investa. Cosa dobbiamo fare?
Possibile che non si riesca a fare un minimo di manutenzione stradale? Cosa ci vorrebbe ad organizzare una manutenzione magari bimestrale?
Scusate lo sfogo, vi ringrazio di avermi ascoltato
Lettera firmata

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Mauro

    Avete ragione è uno scempio, per questo i Livornesi dovrebbero votare altro piuttosto che la coalizione che ci ha governati fino ad ora. Questi non fanno neppure autocritica

  2. # asciugati

    I cittadini devono smettere di preoccuparsi per il visibile degrado ! Il prossimo sindaco Ruggeri ha già detto che farà un nuovo assessorato proprio per la cura della città ! Tra pochi mesi sistema tutto lui !

  3. # Riccardo

    …..mi ci metto gia a ridere..ahahahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!! vedremo che menti arriveranno!!

  4. # Beppone

    Ma che cavolo!..ma fanno pure le foto…se il marciapiede è quello, non vedo auto parcheggiate male!..Coteto è nato negli anni a cavallo del 50/60, ma la via cassa di risparmio c’era già, Poi nn capisco che quando si dice è una zona è buia per forza deve essere terra di spaccio o bisogni fisiologici…si! ma dei cani!..gli spacciatori o i pusher (oggi si preferisce chiamarli cosi), di solito lo fanno in zona popolate, e di giorno….poi..pensate davvero che se cambia il colore del governo locale, la città cambierà volto…mah!..io sono del parere che per tenere pulito, un quartiere, per primi devono migliorare i comportamenti degli abitanti in tutte le sue sfaccettature.
    ma finchè questi credono che tale compito spettà alle autorità pubbliche, non andremo da nessuna parte.

  5. # Riccardo

    Caro Beppone,
    per forza non si fa nemmeno l’aceto ma, ti assicuro che personalmente ho assistito a tutto ciò che ho scritto, ti assicuro che fino a due anni fa eravamo al buio e ti assicuro che ti puoi esercitare a fare lo slalom tra le deiezioni sia dei cani che delle persone…proprio stamani ce n’era una bella fresca all’inizio della strada. Ti dico ciò perchè è dal 1968 che abito in quella strada e di quella strada conosco ogni crepa, ogni buca, ogni….tutto. Sono pienamente d’accordo con chi dice che la colpa è dei padroni e non dei cani ma, quelle umane a chi dobbiamo dare la colpa?
    per quanto riguarda le foto sono state fatte per fare vedere le condizioni dei marciapiedi, non certo per far vedere come sono posteggiate le macchine.
    Ti invito quindi prima di scrivere soltanto per sparare, di passare spesso dalla mia strada, sia di mattina che di sera e poi, solo poi, potrai dire la tua e commentare ma, sono sicuro che mi darai ragione.

I commenti sono chiusi.