Complimenti ad Asa, problema risolto in 15 minuti

Buongiorno, vorrei chiedere alla redazione di pubblicare questi ringraziamenti a Asa di Livorno. Mi chiamo Guarnotta Marco stamani 18 luglio, alle 8, mi sono recato negli uffici Asa per dei chiarimenti su una bolletta da pagare molto elevata. Appena arrivo noto che prima di me c’era un po’ di persone e allora penso vai ci devo stare tutta la mattinata. Aspetto e alle 8 precise si presenta una signora molto educata e con aria felice ci dice “buongiorno, accomodatevi”. Poi io ero in difficoltà perché non ci sono mai stato e si avvicina la signora e mi chiede se avevo bisogno di aiuto io gli espongo il problema e lei mi manda allo sportello informazioni: c’è un ragazzo che molto educatamente mi spiega tutto e mi accompagna in un ufficio. Notare nel giro di 10 minuti entro in questo ufficio e una ragazza molto sorridente e educatissima mi risolve il problema in 15 minuti. Ecco questa è la mia testimonianza di un servizio pubblico che funziona bene e chi lavora dentro sono persone educate e serie. Comunque anche da parte mia c’è stata educazione. Questo è il mio elogio all’Asa e tutti i suoi dipendenti grazie.

Marco Guarnotta

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # Luigi

    Sig. Guarnotta,
    apprezzo il suo entusiasmo nei confronti della societa’ probabilmente si e’ presentato nel migliore dei modi e loro hanno contraccambiato, probabilmente stamani si sono alzati con il piede giusto, pero’ le posso assicurare che in linea di massima non e’ esattamente così, rendiamoci conto che ci sono persone di tutti i ceti sociali che si recano tutti i giorni per chiedere informazioni sulle bollette soprattutto quelli con seri problemi economici sulle spalle ed i dipendenti addetti alle pubbliche relazioni dovrebbero ( uso e sottolineo il condizionale) interagire nella stessa ugual misura come hanno trattato lei ma purtroppo a volte mi sono trovato davanti a scene veramente irriferibili soprattutto verso persone anziane e persone un po’ impacciate che invece di essere aiutati si son visti essere rimproverati vedendosi così denigrare la propria immagine mortificandoli ….ripeto apprezzo ma non condivido il suo entusiasmo, non posso dirne altrettanto bene difatti addirittura evito di vederli a quello sportello preferendo pagare tutto online pur di non avere un’incontro personalmente poco gradito.

  2. # andrea

    Sig. Luigi ma questa sua contestazione è “…in linea di massima..” o “ma purtroppo a volte mi sono trovato…”
    Lei si reca tutti giorni allo sportello per fare queste affermazioni ?
    Si ricordi che le risposte sono quelle possibili (che devono essere rispettose ed educate). Spesso il giudizio sulle risposte è figlio di ciò che uno si attende ma non dal merito.

    Se uno esce con accordate le sue attese, allora il servizio è ottimo, viceversa il servizio è pessimo.

  3. # Luigi

    Sig. Andrea,
    forse sara’ un caso ma tutte le volte che mi sono recato all’ ASA e dico tutte, mi sono sempre ritrovato ad osservare personale non adatto ad interagire con gli utenti e non lo dico in linea di massima, basta recarsi presso gli sportelli a riconferma di quanto detto. Probabilmente e’ un’atteggiamento di difesa che ha lo “sportellista” proprio per pararsi dalle valanghe di proteste dell’utente quando arriva una bolletta salata ed ingiustificata e che molte volte da ragione all’utente furibondo.Ma forse lei sig. Andrea e’ un dipendente dell’azienda che la difende così a spada tratta? Mi faccia capire cos’ha trovato di tanto ostile nel mio intervento, grazie.

  4. # asciugati

    Caro sig. Guarnotta, ma Lei è sicuro di essere stato all’Asa ?

  5. # Pierino

    Asciugati, probabilmente si e’ confuso con qualche banca nei pressi ……;)

  6. # az

    Le critiche devono essere intelligenti, lo so, non e’ facile ma ci si puo’ fare. Se si critica tutto anche chi fa bene, fa bene poi a fregarsene, questi che hanno lavorato bene, leggendo i vostri commenti, da asciugati, penseranno che e’ inutile fare il proprio dovere….,no fregatevene di asciugati e lavorate cosi….

  7. # giolfo

    Mi chiedo perchè solo le esperienze negative facciano testo. L’esercito di coloro che sono soddisfatti delle prestazioni di lavoratori che in stragrande maggioranza sono seri e onesti è un esercito silenzioso che lavora ogni giorno per migliorare e migliorarsi. Al signor Pierino un saluto: ma lei dove vive?

  8. # Avdrea

    Sig. Guarnotta, nessuna ostilità si figuri, mi suscitano sempre curiosità le affermazioni come le sue così nette, definitive per quali, di norma, uno dovrebbe aver osservato il trend per un certo tempo e su vari temi.
    Ecco la mia domanda metteva in evidenza la contraddizione tra un’affermazione così sicura con il fatto che il suo giudizio si era formato solo con alcuni episodi, che non ci ha spiegato nel merito, se non nella parte, a suo dire, di una non ben precisata e generica “inadeguatezza”, magari perche’ non si sono ricevute le risposte attese (il ricevimento di una bolletta non da diritto di “scatenarsi” sugli operatori, e’ d’accordo spero ?)

    Lei fa parte di quella minoranza (statistica) che non e’ soddifatta (magari poi dica anche perche’ nel merito). Dopodiche’ poco importa il mestiere che faccio io, quello che conta e che lei e’ libero di scrivere cio’ che vuole, ma deve sapere che di la’ c’e’ qualcuno che la puo’ contestare punto per punto non per questioni di difesa ma per dire le cose per come sono realmente.

    Saluti

  9. # BUONERO

    Accidenti quanti innocentisti che difendono l’indifendibile!

  10. # Stefano

    Andrea,
    ma se qualcuno ha avuto un’esperienza personale negativa nei confronti dell’azienda in questione, perche’ impedire di divolgarlo tramite questo canale informativo?? Mha….non l’ho capita!

  11. # andrea

    Stefano, ci mancherebbe impedire di divulgarla, ma che si riferisca alla sua esperienza personale. La mia osservazione riguardava un giudizio definito e generale su tutti casi.
    Il Sig. Luigi contesta l’entusiasmo del Sig. Gaurnotta definendolo come un caso raro perché – dice il Sig. Luigi, “in linea di massima non è esattamente così…”

    c’è un po’ differenza no ?

    saluti