Cisl: la legge di stabilità penalizza il potere di acquisto delle pensioni

La Federazione Territoriale Pensionati della Cisl di Livorno, in merito alla legge di stabilità che il Senato ha approvato, dichiara che questa penalizza il potere di acquisto delle pensioni, non tenendo conto delle richieste di SPI, FNP e UILP e di CGIL, CISL e UIL. Da parte nostra continueremo pertanto la pressione, affinchè alla Camera dei Deputati vengano apportate le modifiche che ripristinino almeno i meccanismi in vigore prima del taglio effettuato dal Governo Monti. Vogliamo ricordare a tutti che i pensionati sono l’ammortizzatore sociale della famiglia, per questo è necessario rivalutare le pensioni, per intervenire sulle disuguaglianze determinate dalla riduzione del potere di acquisto, che ha duramente penalizzato i pensionati a causa della crisi e delle scelte dei Governi negli ultimi anni.

 Il Segretario Generale FNP-CISL Livorno Carmelo Triglia

 

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # franco

    c’è anche da considerare che il non adeguamento delle pensioni al costo della vita (che, alla faccia dei comunicati del governo, è una forma subdola di ulteriore pesante tassazione) e il loro continuo maltrattamento sono un freno ulteriore alla ripresa dei consumi (chi può cerca di risparmiare per paura del peggio) e quindi un altro tassello nella direzione di provvedimenti che sono tutto fuorchè un impulso alla ripresa

I commenti sono chiusi.