“Comune efficiente? Ecco i punti sindaco”

Mediagallery

Prendiamo atto che questa nuova Amministrazione ha nominato un Assessore con delega specifica e primaria al Personale e che quindi potrà dedicarsi alle tematiche dei lavoratori comunali con la giusta attenzione come la rilevanza delle questioni aperte richiede e per questo motivo abbiamo fatto formale richiesta di un incontro con voi per approfondirle. Nel Comune di Livorno la CGIL è un sindacato con una vasta base di rappresentatività sia come iscritti, sia come rappresentanti all’interno della RSU per questo chiediamo alla nuova Amministrazione un canale di ascolto sempre aperto al contrario di quanto avvenuto troppo spesso con l’Amministrazione uscente. Chiediamo che le nostre istanze proprio perché sono le istanze dei lavoratori vero cuore e motore della “macchina comune” siano sempre accolte con attenzione e spirito di confronto. Auspichiamo che mai più accada che le legittime rivendicazioni di chi col proprio lavoro quotidiano eroga servizi ininterrotti ai cittadini passino sotto silenzio e cadano nel nulla. E rivendichiamo per questo con orgoglio il nostro ruolo di “rappresentanza” dei lavoratori comunali e dei loro interessi.Certi quindi che la nuova Amministrazione ci darà chiari segnali di attenzione e ascolto e nell’attesa di una rapida nomina della nuova delegazione trattante facciamo il punto sulle vertenze ancora aperte dopo l’ultima commissione trattante:

1. trattativa contratto decentrato 2014 con richiesta di implementazione del fondo della produttività fino a raggiungere almeno la cifra di 1.200.000 euro

2. redazione dei piani di razionalizzazione con conferimento nel fondo del salario accessorio dei dipendenti delle correlate risorse
e inserimento dei piani di razionalizzazione negli obbiettivi annuali di ogni dirigente

3. richiesta di approvazione del regolamento di mobilità interna

4. richiesta di approvazione del regolamento per il conferimento delle posizioni organizzative e delle funzioni nuovi tavoli da avviare in tempi brevi:

1. modifica del regolamento della performance nei seguenti temi:
introduzione di un reale contraddittorio
introduzione della valutazione dal basso
definitivo superamento delle fasce di merito

Rivendicazioni specifiche nei singoli settori:

scuole:
NO all’applicazione del nuovo regolamento regionale sui nidi che abbassa i livelli di qualità e di sicurezza dei nidi livornesi

NO ad ogni tentativo di esternalizzare gli attuali servizi comunali per quel che riguarda nidi e scuole infanzia

SI a definire con concertazione regole chiare e precise sulle sostituzioni delle educatrici

SI a finanziare progetti di formazione di qualità sulla base delle richieste formative provenienti dalle educatrici stesse

SI per attingere le nuove assunzioni equamente da tutte le graduatorie vigenti nell’ente

Polizia Municipale:
SI al percorso partecipato sulla proposta di nuovo turno di lavoro su 5 giorni lavorativi

SI alla stesura di nuovi accordi di programma con le altre Forze dell’Ordine per garantire la presenza sul territorio che per ora grava in modo quasi esclusivo sul corpo della PM.

Si a nuovi locali di lavoro più sicuri e confortevoli

Servizi Cimiteriali:
SI alla valorizzazione anche di immagine di un settore che eroga servizi necessari
SI allo stesso orario di lavoro in vigore allo Stato Civile in quanto il servizio erogato è lo stesso suddiviso su due UO differenti

Servizi Sociali:
Si al nuovo accordo di programma con la ASL 6 per definire in modo chiaro ruoli e competenze in quanto adesso le assistenti sociali comunali si fanno carico anche di aree di competenza ASL come handicap e anziani

NO alla reperibilità del sabato considerando che il periodo di prova ha dimostrato l’inutilità funzionale ed economica di questo istituto.

Si ad una nuova organizzazione che preveda maggiori connessioni tra servizio sociale e politiche abitative

Si a rendere maggiormente operativa e quindi risolutiva la figura dell’assistente sociale e non soltanto una professionalità di ascolto del disagio cittadino senza molte possibilità di intervenire nel merito con soluzioni rapide

Circoscrizioni e Decentramento:
Si all’organizzazione del lavoro con il modello dello sportello polifunzionale
Si a un maggiore confronto con il gruppo di lavoro dell’anagrafe centrale per uniformare procedure e tempistiche
Si a una maggiore formazione sopratutto in ottica di accoglienza dell’utenza straniera
Si a nuovi locali di lavoro più sicuri e confortevoli

Per la Segreteria CGIL Aziendale Rossana Galli

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # noncistò

    Vi siete dimenticati di chiedere che i vigili urbani siano utilizzati sulla gestione del traffico e che vengano mandati in strada e che al loro posto, negli uffici, siano utilizzati altri impiegati normali. Più o meno come ha fatto la comandante Manzione a Firenze ma certo dentro gli uffici si sta molto meglio che fuori!

  2. # carla

    E’ vero che i dirigenti hanno a fine anno una gratifica standard indipendentemente dai risultati e che il monte è lo stesso anche se i dirigenti diminuiscono di numero?

  3. # Paolo verner

    Hanno visto un bel mondo… Sindaco, abolisci subito il fondo per la produttività’ (?) e la città’ recupera risorse per oltre un milioncino di €.

  4. # Alberto

    Oh! Ma ci fosse uno dico un punto dove si chiede di lavorare di più… 🙂

  5. # anto

    Premio di produttività per cosa?

  6. # Robe

    E magari anche con un po’ meno di arroganza e più predisposizione verso i “mortali” cittadini!!!

  7. # max

    I premi di risultato e produttività nel privato sono stati tolti o diminuiti praticamente a tutti i lavoratori, non vedo perchè nel pubblico non si possa “risparmiare”, forse ci sono lavoratori di serie A e di serie B?

  8. # Ercole Labrone

    Queste belle prese di posizione della CGIL non ricordo di averle mai lette quando governava il PD…

  9. # Ercole Labrone

    Queste belle prese di posizione della CGIL non ricordo di averle mai lette quando governava il PD

  10. # roberto1

    Il mondo va avanti ed in Italia abbiamo i sindacati (di tutte le sigle) rimasti attaccati ad ideali di 40 anni fa. Non è solo la politica la causa di tutti i nostri mali anche i sindacati hanno contribuito pesantemente alla immobilità dove ci troviamo oggi inutile negarlo.

  11. # JohnJohnson

    I sindacati andranno a scomparire. Perchè quando tutto funzionerà come si deve e grazie ai cittadini, non ci sarà più ragione che esistano….

  12. # Robe

    E magari anche un po’ meno di arroganza e più umanità verso i “mortali” cittadini (soprattutto per la P.U,) 🙂

  13. # franco

    bel documento ….pieno di richieste. ma maggiore efficienza, maggiore diligenza qualche volta, premiare i bravi punire i cattivi (e ce ne sono tra gli impiegati e i dirigenti), no?

  14. # Antonio

    Da dipendente comunale mi vergogno di questi sindacati. L’unico scopo è quello di aumentare la retribuzione e lavorare di meno. Di tutto il resto se ne fregano. In Comune si lavora poco, è un fatto risaputo ed è, almeno per esperienza personale, vero. Io mi impegno a lavorare, ma spesso il lavoro non c’è. Però anche la retribuzione non è un gran che ma permette di vivere senza l’ossessione del licenziamento. Di questi tempi non è poco!
    Secondo me i sindacati dovrebbero pensare a dove trovare i soldi per aumentare il fondo, dovrebbero partecipare alla vita della pubblica amministrazione. Ma non lo fanno, perderebbero iscritti.
    La via più semplice sarebbe eliminare gli sprechi. Basta poco, c’è ne sono molti e rilevanti. Però non è semplice ridurre gli sprechi, principalmente per due motivi:
    1) il singolo ufficio o dirigente non può dire che vuol spendere meno facendo lo stesso lavoro. Significherebbe che l’anno passato ha sprecato.
    2) su un ufficio spende meno del precedente anno, questa nuova spesa diventa il budget per l’anno successivo.

    Praticamente non conviene dire che si spreca, non conviene far niente per sprecare meno, altrimenti si vien riconosciuti come spreconi (passati)!!!

  15. # amolivorno

    boia che tono insopportabile NO SI SI NO NO…..

  16. # marco

    meno male scompariranno

  17. # simona

    Sarebbe giusto che il premio produttività venisse dato in base all’opinione del cittadino. Non ci vuole molto. Ogni ufficio dovrebbe essere dotato di un modulo, da inserire un urna, attraverso il quale l’utenza possa esprimere la sua opinione sulla competenza, disponibilità e atteggiamento, da 1 a 10, dell’impiegato comunale a cui si è rivolto. A fine mese si tirano le somme.

  18. # ombretta luna

    Quanti bei commenti pieni di invidia e acredine verso dei lavoratori, non si capisce questa cattiveria, questo dare contro, quante fabbriche sarebbero sempre aperte se TANTI LAVORATORI avessero rinunciato ad andare al mare sfruttando la mutua d’estate, sotto gli infortuni in altre occasioni , se questa falsa onestà si fosse manifestata in cortei solidali, alla prima fabbrica che chiudeva, se tanti avessero rinunciato a straordinari in favore di chi era in cassa integrazione, smettiamola di fare i moralisti quando non ne abbiamo le qualità. Io sono in Pensione e nessuno mi paga per esprimere il mio parere…..Non vi immaginate minimamente cosa significherebbe non avere un’unione di lavoratori tramite i Sindacati, se non vanno bene cambiamo gli obiettivi, le persone che ci rappresentano, ma parliamo, discutiamo tutti insieme, all’aria aperta guardandoci in faccia.

  19. # L'onesto curioso

    Tutto bello e condivido a pieno la collaborazione ma c’è da chiedersi una cosa : perché queste richieste avvengono da ora e prima con il pd mai ? Forse perché non c’era alcuna speranza che vi ascoltassero ?

  20. # via sprechi

    I sindacati sono buoni solo a brontolare e a chiedere. Mai proposte che tendono a migliorare. È l’ora di finirla con le solite richieste piene di retorica.

  21. # Ermete

    Guarda io sono un artigiano e con il Comune ho parecchi contatti, ho sempre trovato persone gentili, la burocrazia non sono gli impiegati ma le leggi.
    Ho però trovato anche tanti cittadini che sono stati trattati bene, lo so perchè erano accanto a me, e poi al bar di fronte, io presente, ne hanno detto peste e corna, perché è di moda e poi vuoi mettere a fare la vittima del sistema è una figata, non sempre è scortesia se non si può fare quello che si vuole. Credo che siano passati i tempi del Comune come un posto dove non fanno nulla, ma ci piace parlare male di tutti ci fa sentire meglio noi, ogni tanto le verità vanno dette.

  22. # Ermete

    Da artigiano non ho mai avuto sindacato, ma il mio povero babbo diceva sempre, operaio del cantiere, quando non ci sarà più il sindacato i ricchi avranno definitivamente vinto, magari sbagliano e fanno casino anche loro, ma finora hanno servito e serviranno, smettiamo di sparare ai fantasmi, prima si chiedeva di stare meglio tutti ora a sentire i discorsi si gode se stanno peggio tutti e se questo è il dominio del popolo ne avete fatti un pelo di passi indietro come popolo.

  23. # Ric

    Mi sa che sei uno di quelli che fanno poco e danno la colpa agli altri per farsi belli, se non sei iscritto a nessun sindacato di cosa ti devi vergognare, mi sa che sei iscritto per continuare a fare poco.
    Però mi sa anche che sei un falso dipendente sia come sia non hai capito proprio che il sindacato non può partecipare alla vita della pubblica amministrazione come a quella delle aziende non sarebbero più controparte, pensa a un Landini nel CdA della FIAT ti sembra possibile?

  24. # margherita

    Accidenti, la CGIL si sveglia ora che il padrone PD è in minoranza? E fino ad ora i contratti di lavoro chi li ha firmati?

  25. # io

    magari bisognerebbe anche conoscere cosa già hanno, tipo agevolazioni varie, permessi retribuiti per assistenza e non , premi, convezioni, orario di lavoro, ferie, riduzione orario etc etc….. perchè chiedere è facile, ma ogni tanto bisognerebbe accontentarsi anche di quello che già si possiede, tipo posto fisso nel pubblico!!!!

  26. # Ricardo

    Come dipendente del Comune vi dico che questi Sindacati, siccome da tempo rappresentano solo loro stessi e non la maggioranza dei dipendenti che ricordo sono 1200 e loro hanno al massimo 400 iscritti (quindi 800 la pensano diverso da loro), continuano con filosofie appartenenti ad altri tempi e fuori linea con l’attuale. Quindi, semmai, aspetti il sindaco quando riceverà il documento che sarà in discussione all’assemblea (quella vera) di tutti i lavoratori del comune dei lavoratori che gli sarà inviato e che riporta anche soluzioni per risparmiare soldi pubblici con tipologie di servizio diverse da quelle attuali e che fanno non solo risparmiare rispetto all’attuale l’amministrazione comunale ma anche fare pagare meno ialcuni servizi da aprte dei cittadini. Vedrete che Sindaco e cittadini rimarrete contenti di quei dipendenti pubblici che lavorano ed hanno idee buonerispetto a chi prende 7/8 volte di più ed ha zero idee… o sindacati che rappresentano solo idee dei loro dirigenti sindacali e non condivise dalla base.

  27. # Abe

    invece di fare il gazzosino, prova a pensare che ogni posto di lavoro ha i suoi problemi, purtroppo oggi ognuno vede soltanto i suoi, per questo ci stanno facendo a pezzi

  28. # Abe

    i cittadini normali, come li chiami tu, troppo spesso identificano il potere con un disgraziato allo sportello che dalla mattina alla sera, grazie al “dividi et impera” viene considerato la rovina del paese in cambio di una paga da fame

  29. # fede

    Tutti bravi a dar contro ai sindacati… Tipico dei grillini populisti e quaplunquisti .. Farete più un disoccupati voi del pd.. Con il vostro programma si guadagna un posto di lavoro e se ne perderà tremila nell industria… Se ne riparlerà molto presto cari miei

  30. # Abe

    Te lo dice una con 40 anni di servizio e i maroni spappolati da quelli come te che sopportano le peggiori violenze da parte di un privato che gli svuota il portafoglio e poi fanno i ganzi col primo disgraziato a uno sportello pubblico.

  31. # Abe

    IL MONDO VA AVANTI? E IO NON ME NE ERO ACCORTA? MI SONO PERSA QUALCOSA?

  32. # Abe

    i dipendenti diminuiscono, invecchiano e il lavoro è sempre lo stesso – parla per te non a nome di una categoria.

  33. # laura

    il lavoro non c’è? forse dove sei te… se sei dipendente comunale, ci sono uffici che affogano per il troppo lavoro,vedi l’anagrafe, vedi l’ufficio permessi in deroga,vedi il sociale.magari chiedi il trasferimento in quegli uffici dove c’è bisogno di aiuto.

  34. # Abe

    Brava!

  35. # eto

    E c’è pensa il tuo amico Renzi che con 80 euro t’ha comprato….chiamatelo ghigno

  36. # Gino Rossi

    È solo da poche ore che si è insediata la nuova giunta, che partono subito le richieste sindacali.
    Certamente l’inefficienza dei servizi offerti dal comune, non è riconducibile alla sola responsabilità dei “semplici” dipendenti. In primis c’è la responsabilità della vecchia politica che ha premiato sindaco ed assessori nonostante il fallimento della città. Subito dopo i dirigenti, troppi rispetto a qualsiasi impresa privata, strapagati e ricompensati annualmente con tanto di premio a fronte di fallimenti palesi.
    Dirigenti solo nei ricompensi, spesso incapaci di prendere decisioni e di assumersi responsabilità. Nel settore privato non riceverebbero neanche l’incarico di capoufficio. La conseguenza un’amministrazionee lenta, mai esaustiva, indecisa, dannosa per i cittadini e per le imprese.
    Forse si dovrebbe sentire le ragioni del “sindacato” dei cittadini e delle imprese. Sicuramente meno dirigenti, incarichi annuali, premio solo se il comune è in attivo e se i risultati sono percepibili dagli utenti. Meno dipendenti e più efficienza. In pratica ciò che farebbe un’impresa privata!!!

  37. # Gino Rossi

    Gran parte del “lavoro” è inutile, in quanto frutto della burocrazia. In pratica iter burocratici per inventare lavoro ai dipendenti pubblici, a carico del cittadino e delle imprese. Il giorno che tutte le imprese private chiuderanno, i soldi per i dipendenti pubblici da dove si prenderanno?
    E ti faccio un esempio. Se il settore immobiliare è in crisi (meno costruzioni, meno ristrutturazioni, meno pratiche edilizie), come mai l’ufficio edilizia va a rilento come prima? Inefficienza, incapacità, o cosa?

  38. # Riccardo

    Forse invece perchè, prima, alcuni sindacati NON volevano andare contro a chi èra al Palazzo ed ora invece avanzano tutte le richieste possibili per vedere di … Andare contro ?

  39. # enrico

    I sindacati secondo me sono la rovina di tutto, in questa fumosa lettera non si parla di trasparenze, di lavorare di più, di qualche sorriso in più e di procedure semplice rapide ed efficaci per i cittadini, non si parla di risparmio di denaro pubblico, di abolizione di privilegi, di maggiore responsabilità e di maggior impegno.

  40. # nicola

    Io come lavoro faccio manutenzioni anche in uffici pubblici e posso affermare vedendo da “dietro le quinte”che gli uffici aperti al pubbico gli addetti fanno il loro lavoro, anche perché sono costretti hanno delle persone davanti allo sportello, ma il bello viene per gli uffici che non sono aperti al pubblico…

  41. # SCIANGAINO

    Ieri sono andato sul viale italia a fare una passeggiata con la mia compagna e mentre cammini sul marciapiede rischi la vita per colpa di uno dei tanti ciclisti che zigzagano fra la gente alcuni a velocita’ sostenute anche se a 5 metri hanno le loro piste ciclabili ma si sa a livorno rispettare le regole non e’ da ganzi e vi sembra regolare che una domenica di luglio sulla passeggiata a mare non ci sia nemmeno un vigile che controlla?Alle 19 abbiamo deciso il ritorno a casa e con calar del sole arrivano i nostri a fare le solite multe per divieto di sosta rituale di una vecchia amministrazione passata. Speriamo che Nogarin cambi

  42. # Leonardo

    Hai scoperto l’acqua calda..

  43. # Fabrizio

    dirigenti e politici fanno parte di un’unica associazione
    in un mondo “normale ” quando un’impresa va male i vertici pagano
    ora basta

  44. # dr.frock

    Come abitante in Venezia posso testimoniare che qui parcheggiano tutti meno che noi nella totale indifferenza dei vigili, vedi scali delle Barchette. Ma costa tanto fare 300 metri e disciplinare la sosta in Venezia?