Turismo camperista? Un’opportunità per Livorno ma non ci sono le condizioni…

Riteniamo che il turismo camperista rappresenti un’altra opportunità economica per la nostra città, ma purtroppo non ha le condizioni per il suo sviluppo per mancanza di volontà dell’amministrazione ad incentivarlo ed allo stesso tempo rischia di divenire un problema visto le soste selvagge e non autorizzate sul lungomare livornese, stanno aumentando ma i vigili su input dell’assessore al traffico sono impegnati a tempestare di multe il lungomare dal cantiere al Romito. Premesso che i divieti di sosta vanno rispettati, ma pure il campeggio non autorizzato o selvaggio non va permesse in particolare se a cielo aperto si scaricano wc e cassoni acqua sporca dei camper !

Al momento registriamo a Livorno poche zone attrezzate per esempio presso la struttura parco del mulino con 25 stalli e le necessarie strutture, alcuni presidi ecologici per scaricare presso i distributori sull’aurelia ed infine un parcheggio privato che ospita camper a Quercianella.

Lodevoli iniziative ma non ne troviamo traccia per esempio sul sito del comune di Livorno, trattandosi di aree dedicate per sosta specifica di un mezzo particolare come il camper ed allo stesso tempo non sono sufficienti ad attrarre e dare opportunità di sviluppo a questo tipo di turismo.

Perchè durante Effetto Venezia, la stessa Amministrazione stimole le realtà associative camperisti a fare un apposito raduno da tutta Italia per dare maggiore risalto nazionale all’evento nel quartiere storico della nostra città ?

Nello stesso tempo l’area indicata per fare un golf a nove buche a Banditella, non potrebbe essere dedicata ad una grande area attrezzata per sosta camper, senza stravolgere troppo il verde con una serie di servizi che impiegherebbero un numero equivalenti dell’ipotesi golf ? Il turismo camperista vive 365 giorni all’anno se il territorio riesce ad essere attrattivo culturalmente e se c’è la volontà di attrarlo, e per esempio pensiamo a coloro che si imbarcano per le isole dal porto di Livorno con il camper se, avvessero un area dedicata confertevole forse partirebbero un giorno prima e tornerebbero un giorno dopo per le ferie magari sostendo a Livorno alla partenza o al rietro dalle isole.

Con queste premesse il nostro consigliere comunale Lamberto Giannini ha fatto una apposita interpellanza che di seguito riportiamo:

Al Sindaco del Comune di Livorno

Interpellanza : oggetto situazione parcheggio camper

Lo spiazzo adiacente alla spiaggia Miramare e’ completamente occupato dai camper rendendo difficoltosa la vita dei bagnanti, i camper parcheggiano spesso in modo abusivo scaricando i cassoni del wc, si chiede un intervento nell’area per verificare la situazione, visto che esiste uno spiazzo attrezzato al parco del mulino, occorre veicolare i turisti in questa zona.

Inoltre anche sul viale di antignano di fronte allo scoglio della ballerina, quel parcheggio e’ diventano un parcheggio permanente dei camper che lo lasciano li per mesi interi rendendo impossibile il parcheggio alle autovetture, anche in questo caso si chiede una verifica della situazione, invitando il comune ad aumentare le soste attrezzate per camper che portano turismo in una dimensione pero’ regolamentata in modo civile, oltre a incrementare le aree di rimessaggio in modo da togliere i camper dai posti riservati alle auto, come avviene in diversi parcheggi in città..

Lamberto Giannini

Consigliere Comunale SEL

Andrea Ghilarducci

Coordinatore Provinciale SEL Livorno

Andrea Cionini

Forum Ambiente e Territorio SEL Livorno

Carlo Bornaccini

Forum Turismo e Cultura SEL Livorno

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Lukas

    Il turismo camperista abusivo non porta niente a nessuno, solo disagi. La soluzione per me è semplicemente vietare la sosta al di fuori delle aree autorizzate (e far rispettare questa norma), come fanno nella maggior parte delle località turistiche. I parcheggi in zona Antignano sono diventati campeggi abusivi e sono vergognosi.

I commenti sono chiusi.