Asa, facciamo chiarezza per favore

C’è un errore di stampa, non sono coordinatore di Diritti e Libertà ma portavoce dell’Associazione Livorno Democratica, noto che la lettera di ASA è priva di firma, errore di stampa o dimenticanza? Vedo che l’azienda pubblica diventa un po’ nervosa se chi paga i suoi servizi pone delle domande di chiarezza, rispondendo in maniera arrogante, ma passiamo ai fatti, punto per punto:
1) c’è un utile certificato nel triennio 2008-2010, però noi cittadini siamo chiamati a pagare di tasca nostra un disavanzo di 19 milioni. A me sfuggirà il motivo, ma una cosa è certa, come tanti altri pagherò in bolletta un disavanzo di un triennio in utile. Che qualcosa non vada è lampante nonostante la fatica a dire il contrario.
2) Come afferma ASA la tariffa media è calcolata sul consumo presunto, se andiamo a pagare un disavanzo qualcuno avrà sbagliato qualche calcolo. Le rassicurazioni date che adesso questo sbilancio è più contenuto, ci confermano solo che tale meccanismo è ancora in atto.
3) ASA conferma che la sua richiesta di adeguamento del mancato fatturato parte dal 2011, rimane ancora inevasa la nostra domanda del perché il fatto sia venuto fuori solo adesso dopo le elezioni, rivolgendo la domanda a tutti coloro che ne parlano ora come le associazioni dei consumatori.
4) ASA afferma che le spese per gli investimenti sono andate avanti come calcolato ed i ricavi no, che strano al punto 1) dove hanno strombazzato i bilanci in attivo pareva il contrario.
5) Sulla risposta del personale proprio non ci siamo, occorre sapere anno per anno cessazioni ed assunzioni dal 2008 al 2014, dell’anno in corso bastano i mesi prima delle elezioni amministrative.

A maggior ragione dopo una risposta di tale genere chiediamo a tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale di chiedere chiarezza sul bilancio ASA per evitare che questo insano meccanismo ci riservi anche in futuro ennesimi sacrifici per coprire altri disavanzi di bilanci in utile. Chiediamo inoltre che al più presto venga affrontato il nodo di un ricambio dirigenziale ai vertici delle partecipate non più in linea con un passato disastroso fatto di compensazioni di disavanzi di bilanci certificati in utile.

Marco Ristori
Portavoce Livorno Democratica

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # Fede

    Ho letto sulla Nazione la polemica inutile di ASA al vostro intervento ben azzeccato. Questi articoli aiutano a capire e magari la nuova amministrazione provvederà, l’abbiamo votata per questo

  2. # Nonopocrita

    Strano intervento è 5 anni che si sa del delta ato e da più di 10 dei debiti di asa in diminuzione negli ultimi anni. Ma dove eravate tutti in passato?

  3. # Gloria

    La polemica è partita su un intervento di Ristori che si è sorpreso proprio per quello che dici tu: già si sapeva e si parla solo ora. Un duro colpo per ASA che ha risposto contraddicendosi e questa è la risposta alla risposta. Per chiarezza io ho votato 5 stelle ma gli interventi di Ristori & Co. non sono affatto male. Forse queste polemiche eviteranno l’ennesimo aumento delle bollette dell’acqua.

  4. # Marco

    Nonopocrita saranno 5 anni ma ce le fanno pagà ora che son passate le elezioni

  5. # informiamoci meglio

    SIg. Ristori :

    1-2) il ricavo che concorre al bilancio è quello previsto dal piano economico/finanziario deliberato dall’Autorità di Ambito oggi Autorità Idrica (non da ASA). il ricavo non conseguito costituisce un credito da recuperare nei periodi successivi. questo è previsto dalle LEGGI dello stato Italiano (non da ASA).
    3) dovevano essere definite le modalità di recupero di queste partite da parte dell’Autorità (non da ASA), visto, come lei saprà, che nel 2011 la materia del servizio idrico è passata sotto la competenza dell’AEEG la quale ha ricevuto il compito dal Governo di riformare la regolazione del servizio idrico (tra le cui varie c’è anche la tariffa e il recupero delle partite pregresse)
    4) gli investimenti devono andare avanti secondo un “Piano degli Investimenti” definito dall’Autorità, Le ricordo che ASA è il Gestore e non il regolatore. La questione utili è spiegata ai punti 1-2.
    5) il dato oggettivo è una diminuzione del personale (punto).

    Tutto questo è scritto negli atti pubblici, nelle norme, basta informarsi un po’ prima di fare certi interventi, legittimi ben inteso, ma che servono solo ad alimentare il “mal di pancia” già provato da un complicato momento di crisi .

    saluti

  6. # Mauro

    Peccato non è pubblicato il primo intervento di Ristori e la risposta di ASA, dove sarebbe chiaro il merito dell’intervento. Comunque dopo il botta e risposta tra Ristori ed ASA sulla Nazione dove qua io trovo solo la risposta finale di Ristori, un consigliere regionale annuncia proprio sulle pagine della nazione che presenterà un atto in consiglio regionale per questo recupero anomalo di mancata fatturazione da parte di ASA, parole sue non mie. La domanda che sorge spontanea dopo questa ferrea difesa è se lei sia un dipendente di ASA o dell’ATO Acqua?

  7. # Informiamoci meglio

    Sig.Mauro la sua domanda era prevedibile e si concentra su dove uno lavora, come se questo qualifichi (o meno) l’intervento. Li’ ci sono risposte di merito (non slogan) ai punti sollevati da Ristori e su quello non si vedono osservazioni. Le ricordo che quello per cui verranno fatte interrogazioni o cos’altro sta dentro ad atti pubblici e non in provvedimenti autonomi di Asa. A mio giudizio prima di lanciare accuse più o meno velate, sarebbe meglio leggersi le carte accessibili a tutti e poi contestare eventualmente il merito.
    Così raccontiamo le cose per come sono e non per come ci piace rappresentarle a seconda del messaggio che uno vuole dare.

    Saluti

  8. # Fede

    Boia come uno fa un intervento perché ci fanno pagare i mancati ricavi di un’azienda in utile arrivano i soliti ignoti a fare i professori per dire che bisogna pagare a prescindere. Le elezioni amministrative hanno stabilito che ora si cambia, non sono più quei tempi

  9. # Mauro

    Caro ‘informiamoci meglio’ dalle sue affermazioni abbiamo capito che lei con tutta probabilità è un dipendente di ASA o dell’ATO Acqua, che non ha letto il botta e risposta tra Ristori e ASA sulla Nazione, dove ASA si contraddice da sola. Inoltre sempre sulla Nazione un consigliere regionale riprende le considerazioni di Ristori e pubblicamente dice che questo aumento è anomalo e farà un atto in regione per fare chiarezza. Raccontiamo le cose per come sono, quanti dipendenti sono stati assunti da ASA negli ultimi 7 mesi prima delle elezioni amministrative? Lei lo sa?

  10. # Giulia

    A me gli interventi su ASA di Ristori mi sono piaciuti, tutti a dire che si deve pagare, poi dopo i suoi interventi tutti a dire che si deve fare chiarezza. Troppo comodo criticarlo

  11. # Conoscere per Decidere

    L’intervento di Ristori e di Livorno Democratica è corretto. Nel generale silenzio di tutte le forze politiche.
    Ma il sindaco Nogarin che intende fare?
    ASA è un carrozzone che va completamente privatizzato.
    Quanto personale interinale è stato assunto prima delle elezioni? E a quale scopo?
    ASA vuole rispondere a questa domanda?

  12. # informiamoci meglio

    Mettiamola così: non ho la pretesa di convincere nessuno, ho cercato di dare delle notizie di merito, tecniche, per cercare di aiutare di capire, ed uscire dai soliti slogan, dal solito è tutto da buttare, è tutto marcio. Credo che sia sempre meglio comprendere come stanno davvero le cose, anche se scomode o non gradite, piuttosto che generalizzare.
    Ricordo solo che l’argomento è molto complesso fatto di regole (deliberate dalle Autorità Pubbliche competenti) in continuo cambiamento, regole su cui vale certamente la pena discutere per cercare di migliorarle o cambiarle, piuttosto che attaccare a prescindere ASA (“sport” popolare che fa sempre consenso) .

    Adesso ciascuno segua la propria idea e faccia delle informazioni l’uso che ne vuole, ricordandosi che alcuni soggetti che in questi giorni hanno scritto su questo argomento (non mi riferisco ai commentatori di questo post), sono stati coloro che hanno sottoscritto e/o avallato alcune di queste famigerate regole o, quantomeno, non hanno cercato di cambiarle

    saluti

    p.s.
    non si capisce cosa c’entrino le ipotetiche assunzioni – a vostro dire – fatte prima di queste elezioni, con un recupero che riguarda il periodo 2008-2010…

  13. # Fede

    Informiamoci meglio tu non capisci o meglio fai finta. Tutto il resto della città capisce