Ancora incidenti allo stop di Montenero: cambiamo viabilità

Buongiorno, vi volevo segnalare l’ennesimo incidente allo stop  tra Montenero e l’ingresso in superstrada. Stamani un ragazzo in motorino, alla quale non è stata data la precedenza da una macchina, era riverso a terra nella siepe spartitraffico e le sue condizioni non erano delle migliori. Ieri sera lo stesso stava accadendo a un ragazzo in bicicletta, che invece non aveva dato la precedenza a chi saliva dalla variante. Quell’incrocio è al limite dell’incredibile. Sono già moltissimi gli incidenti successi, più o meno gravi e mi domando cosa si aspetti a variare la viabilità. Ci vuole la morte di qualcuno? Dobbiamo fare una raccolta firme?

Ringrazio per l’attenzione e vi saluto

Alessandra.

 

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # pirrone

    sono pienamente d’accordo. Quel raccordo ha qualcosa di “illogico”.
    Chi ha la precedenza spesso si ferma e chi ha lo stop spesso non si ferma. Nell’incertezza succedono incidenti quasi ogni giorno.
    Chiedo anch’io agli organi competenti di modificare la segnaletica, ripristinando la precedenza sulla via di Montenero prima che si verifichino incidenti gravi!

  2. # Baccello

    Direi l’ennesima rotatoria.. così poi si sfracellano sul cordolo come il ragazzo giorni fa in via Toscana.
    E si deve ma anda’ più piano, si deve dare il tempo a chi deve dare la precedenza di potervi vedere.
    Più volte è capitato di guardare non c’è nessuno e neanche il tempo di partire che ce l’hai quasi addosso.

  3. # il trollo

    Allora il problema non è l’incrocio, ma le persone che non rispettano precedenze o divieti.

  4. # Lapi Dario

    I cartelli ci sono e belli chiari basterebbe solo rispettarli

  5. # aletta

    I cartelli ci sono, è che è un incrocio illogico. Chi può salire si ferma, chi si deve fermare invece passa.

  6. # Daniele

    Di illogico c’è solo il comportamento di chi è alla guida che, non solo non ricorda le regole della circolazione, ma non ha un approccio prudente agli incroci.

  7. # carla

    Metteri lo stop anche all’innesto della Chiesa Apparizione da Montenero perchè sette su dieci non danno la precedenza.

  8. # Salvatore Favati

    L’organizzazione segnaletica ed il conseguente assetto del traffico in quel punto è stato definito demenziale dall’ACI a suo tempo, e concordo senza alcuna esitazione
    Ci passo ogni giorno , e giorno dopo giorno mi trovo a fare manovre complesse; salendo lungo la Via di Montenero devo guardare in una direzione innaturale ( dietro a sinistra, torcendo il collo altrimenti non vedo arrivare una accidenti, poi muovendomi pianino pianino perché fino a che non scolletto non vedo ugualmente ) .
    Invece mentre scendendo lungo la medesima strada va assai meglio, dato che vedo benino a destra, controllo che chi sale non mi tagli la strada, controllo anche che chi mi segue non mi regali un altro bozzo al portellone posteriore incavolandosi perché mi sono fermato ‘’in mezzo di strada’’.
    Quando arrivo dalla variante non mi fido a passare fino a che il ‘’discendente’’ di turno non si ferma, perché fa male trovarsi una macchina, una moto o un camion piantato nel bacino sinistro, mentre quando imbocco la variante in discesa mi devo preoccupare di chi arriva da sinistra perché ho un dare precedenza, di chi mi si ferma davanti con la stessa preoccupazione, di chi mi segue vedi il paragrafo precedente.
    Il problema di quell’incrocio è che è stato pensato per realizzare un flusso circolatorio innaturale.
    Il quel punto si potrebbe però richiedere, se proprio si volesse fare qualcosa anziché ripristinare il vecchio assetto, una rotatoria vera ( larga, non a presa di bavero come quelle che ormai abbondano in città e che fanno male a tutti ) che risolverebbe il problema in tutti i sensi tutelando la sicurezza e l’intelligenza dei conducenti.
    Si preferisce invece, come in diverse altre parti di Livorno, affidarsi alla creatività faconda dell’assessorato competente ( si fa per dire ) e restare per anni a far finta che ‘’tutto vada ben’’ signora la Marchesa.
    Quel che fa rabbia è l’atteggiamento dei vigili, che perlopiù sembrano defilarsi dall’ intervenire in caso di incidente, chissà se per ordini superiori, e la ‘’disinforma zie’’ ,maledizione di questa città, che sui quotidiani locali oscura il numero, peraltro rilevante, di incidenti che accadono ogni settimana.
    E io, di malavoglia, pago le tasse per permettere a qualcuno di mettermi in difficoltà; passa la voglia …

I commenti sono chiusi.