Anch’io sono disoccupata e quel gesto è perché siamo stranieri nel nostro Paese

Sì pubblico il mio sdegno e sgomento per quello che è accaduto oggi ci hanno ridotti ad essere stranieri nel nostro Paese, che vergogna, non posso biasimarlo quel pover uomo evidentemente non ha visto vie d’uscite, pure io so una disoccupata 51enne che lotta ogni giorno e assistiamo inermi a vedere che danno lavoro ad uno straniero, la casa e noi? Niente, che vergogna.

Vania Belli

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Beppone

    In centro ci sono due panifici che fra i suoi fornai sono solo stranieri, se volete sapere perchè andate a parlare con i padroni delle panetterie,

  2. # sirvia

    Ti rispondo senza aver parlato con il proprietario: gli italiani non vogliono fare quel lavoro.
    Ho indovinato?

  3. # stefano

    ..oppure, cosa più probabile, perchè li pagano in nero e poco visto che con le due lire che gudagnano qui si fanno la villa al loro paese……mentre a noi italiani non basta nemmeno per arrivare a fine mese….viva la Sinistra e la Kyenge…

  4. # humdrum

    Oh grulli, vi dovete incominciare a mettere in testa che il capitalismo, cosa che avete voluto voi, porterà a un abbassamento del salario collettivo, quindi non dovete prenderla con gli stranieri, ma con coi stessi che vuole te vivere come prima. Vai in giro e fatti pagare di meno,semplice no? Avete insultato il comunismo? Ora raccogliete il vostro seminato. Incominciate a togliere il superfluo e vedrete che vivrete meglio.
    Tutte le cose che avevate paura che succedevano con il comunismo, si stanno realizzando con il capitalismo selvaggio.
    Il tempo di combattere è finito, è arrivato il periodo della sottomissione. Quindi in silenzio andate a farvi pagare meno degli stranieri.
    quel vecchio ubriacone di Karl Marx lo diceva, ora si è avverato.

  5. # Beppone

    Brava!

I commenti sono chiusi.