Abbiamo restituito un portafogli ma i bei gesti spesso non sono apprezzati

Cara redazione di Quilivorno.it vi volevo raccontare ciò che è avvenuto il 7 luglio verso le 21:30, io e il mio ragazzo e due amici abbiamo trovato presso il distributore Eni zona Fabbricotti un portadocumenti contenente: soldi, carte di credito, postepay e diversi documenti, tra i quali la carta d’identità attraverso la quale abbiamo potuto sapere nome e via della persona che l’aveva perso. Presi dalla voglia di fare un bel gesto abbiamo preso le nostre auto e ci siamo recati presso quell’indirizzo ; una volta trovato il portone giusto e dopo aver suonato il campanello la signora che ci ha risposto presumibilmente la madre ci ha detto molto sgarbatamente di metterlo dentro l’ascensore senza neanche ringraziarci proprio per questo volevamo esprimervi la nostra delusione perché forse a volte i bei gesti non sono spesso apprezzati nella giusta maniera dalle persone che li ricevono.

Karen

Riproduzione riservata ©

15 commenti

 
  1. # bruno tamburini

    troppo bravi e buoni. A quel punto io mi sarei ripreso il portafogli, sarei uscito dal portone ed avrei scaricato in terra tutto il contenuto, poi avrei di nuovo suonato alla signora, si fa per dire.

  2. # Tarerà

    Io invece spendevo i soldi e gli lasciavo solo i documenti,vai…..

  3. # francesca

    in questi casi soldi in tasca e effetti personali sbattuti sul pavimento e calpestati.
    Non dico che dovevano darvi una ricompensa, ma almeno un grazie e un caffè….

  4. # pardo

    In questi casi bisogna chiamare il proprietario e farlo muovere: non si va a riportare cose smarrite, c’è sempre il sospetto – da parte di chi le ha perse – di esser identificato, o meglio localizzato, per secondi fini. A meno che non si riconsegnino alla Polizia Urbana (scelta più sicura di tutte) portafogli, documenti etc. si tengono e si fanno venire a ritirare.

  5. # Michele Di Cecio

    Non disperate… qualche giorno fa ho trovato in via Marradi un fascicolo di documenti e di ricevute per le tasse. Risalito all’indirizzo di chi li aveva persi dai documenti stessi, ho fatto un gesto simile al vostro: li ho riportati alla loro proprietaria. Mi hanno ringraziato moltissimo ed il sorriso di sollievo della giovane è stata la miglior riconoscenza. Non fatevi avvelenare da un singolo maleducato, la maggior parte delle persone vale la pena (anche a Livorno 😉 )

  6. # Michele Di Cecio

    ciao Bruno, tempi duri per i troppo buoni…

  7. # Michele Di Cecio

    Non disperate… qualche giorno fa ho trovato in via Marradi un fascicolo di documenti e di ricevute per le tasse. Risalito all’indirizzo di chi li aveva persi dai documenti stessi, ho fatto un gesto simile al vostro: li ho riportati alla loro proprietaria. Mi hanno ringraziato moltissimo ed il sorriso di sollievo della giovane è stata la miglior ricompensa. Non fatevi avvelenare da un singolo maleducato, la maggior parte delle persone vale la pena (anche a Livorno 😉 )

  8. # claudio

    Purtroppo esistono anche queste persone,che non meriterebbero un bel nulla

  9. # paolo

    forse la signora avrà avuto paura,forse era sola in casa,si sentono tanti fatti!comunque siete stati bravi e se vi fa piacere accettate i miei complimenti!

  10. # marcovaldo

    Tamburini, Tamburini…..ma come fai a dire certe cose? Sei un rappresentante delle istituizioni, addirittura uno dei due capigruppo del PDL

  11. # bruno tamburini

    Marcovaldoooo, prima cosa: capo gruppo dell’unico gruppo ufficiale del Pdl, seconda cosa : essere capogruppo non significa essere un bischero. Io sono educato con tutti, non con i cafoni.

  12. # marcovaldo

    Tamburiniiiiiii, eh eh eh non si arrabbi… ma sbaglio o l’avv. Palmerini è capogruppo del PDL anche lui? Ma ci prendete in giro???????? Ma fatela finita!!!

  13. # bruno tamburini

    eheh c’e’ gente che si crede Napoleone, merita comprensione. Ma io e te due chiacchere a voce mai. mi piacerebbe un confronto con una persona che mi tampina come un segugio.

  14. # marcovaldo

    sig Tamburini, capisco le sue velleità da grande condottiero, ma addirittura paragonarsi a Napoleone, non le sembra un po’ eccessivo? E po chi è che la tampina? Lei scrive cose poco condivisibili ed io mi limito a dire la mia, Vuole reintrodurre la censura? Ha nostalgie di ancien regime? Lei scriva pure e lasci ai cittadini la loro libertà ed i loro diritti di criticare liberamente, senza alcuna offesa né dileggio, le cose che afferma con certezza ferrea e piglio da condottiero. Anche Brancaleone del resto era a capo di un esercito!!!

  15. # bruno tamburini

    evidentemente non c’e’ peggiore sordo di chi non vuole sentire. e mi consenta, la sua ironia e’ un tantinello scontata e banale. Nessun problema sul fatto che lei segua i miei interventi, anzi mi fa piacere, ma almeno una volta gradirei una critica nel merito delle questioni da me poste.

I commenti sono chiusi.